Iscriviti

Pamela Prati, l’avvocato replica alle dichiarazioni della D’Urso: "Mai chiesto un cachet, era un risarcimento danni"

A parlare ora è l'ex avvocato di Pamela Prati, Irene Della Rocca, in merito alle ultime dichiarazioni di Barbara D'Urso circa la richiesta di un cachet per l'intervista della Prati a "Live - Non è la D'Urso".

Gossip
Pubblicato il 14 giugno 2019, alle ore 11:11

Mi piace
7
0
Pamela Prati, l’avvocato replica alle dichiarazioni della D’Urso: "Mai chiesto un cachet, era un risarcimento danni"

Il mistero si infittisce: Il caso Pamela-gate sta diventando un affare talmente complicato da far impallidire il più intricato film giallo della storia del cinema. Ora, a voler mettere in chiaro la sua posizione tramite il sito Fanpage.it è Irene Della Rocca, l’avvocato di Pamela Prati – o meglio l’ex avvocato vista la revoca del mandato di queste ultime ore -, accusata da Barbara D’Urso durante l’ultima diretta di “Live”, di aver richiesto alla produzione del programma un lauto compenso – si parla di 60mila euro – per l’intervista della sua assistita, contravvenendo agli accordi iniziali che stabilivano l’assenza totale di qualsiasi cachet.

Il legale ha voluto precisare che la richiesta di tale somma non voleva essere un cachet, bensì una richiesta danni, come lei stessa afferma ai microfoni di Fanpage.it: “Per una serie di volontari fraintendimenti, o di mancanza di comunicazione tra le varie parti coinvolte, la richiesta di risarcimento danni per la mancanza della liberatoria sulle immagini di precedenti partecipazioni a Live, per diffide già inoltrate da tempo al programma, è diventata, almeno per il pubblico, una richiesta di cachet da parte della signora Prati”.

Pamela Prati, le parole di Barbara D’Urso e la risposta dell’avvocato Irene Della Rocca

Con queste dichiarazioni, l’avvocato Della Rocca smentisce ciò che Barbara D’Urso aveva affermato a “Live” per giustificare l’assenza di Pamela Prati, ampiamente pubblicizzata nei vari promo del programma: “Nel tardo pomeriggio arriva un messaggio al produttore di questa trasmissione da parte dell’avvocato di Pamela Prati. Nel messaggio si diceva che aveva prelevato Pamela Prati dall’albergo, la stava portando in aeroporto e che la Prati non sarebbe scesa dalla macchina se non le avessimo garantito una cifra molto alta, decine di migliaia di euro”.

Il sito Fan Page, che ha accolto la precisazione dell’avvocato, afferma di aver letto lo scambio di email e messaggi tra la produzione e i legali della Prati, nei quali si faceva riferimento anche “alla richiesta avanzata dalla Prati nei confronti della D’Urso affinché l’intervista sul caso del matrimonio con l’inesistente Mark Caltagirone si chiudesse con ‘un abbraccio'” e in più Barbara D’Urso era invitata ad assumere un comportamento empatico verso la Prati, per far capire al pubblico che era dalla sua parte.

Alla richiesta di FanPage di visionare il messaggio inviato dal legale alla produzione del programma con la richiesta del cachet, l’avvocato Della Rocca dichiara di averlo visto, ma di non averlo mai inviato. Inoltre, non è in grado di recuperare questo specifico messaggio nella conversazione intercorsa, come se fosse stato cancellato, ma non sa dire chi possa essere stato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Sembra destinato a non esaurirsi mai questo mistero intorno a Pamela Prati e al finto matrimonio con Mark Caltagirone. Credo che i danni collaterali creati da questa intricata vicenda siano ancora da scoprire. Le persone fin'ora coinvolte non sembrano essere in grado di mettere un punto definitivo alla vicenda, o forse non vogliono.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!