Iscriviti

Pamela Prati, la testimonianza choc del penultimo manager: il gioco d’azzardo, le auto di lusso e le spese economiche

Il precedente manager di Pamela Prati non risparmia velenose stoccate all'ex soubrette degli anni '90. Il settimanale "Nuovo" ha intervistato Settimio Colangelo, uno dei più influenti agenti televisivi che ha curato le pubbliche relazioni di Pamela Prati.

Gossip
Pubblicato il 25 maggio 2019, alle ore 10:07

Mi piace
12
0
Pamela Prati, la testimonianza choc del penultimo manager: il gioco d’azzardo, le auto di lusso e le spese economiche

Nelle ore convulse in cui Pamela Prati prova disperatamente a risollevare la propria reputazione e la propria carriera, in seguito alla bufera mediatica sulle sue nozze fantasma, l’umiliazione attorno all’ex soubrette sarda resta altissima, soprattutto per via dell’insistente gossip riguardante i debiti economici e la dipendenza dalle sale Bingo.

Mentre Pamela Prati seguita a negare di essere sommersa dai debiti finanziari, la vicenda assume i contorni di un’intricato giallo. Ma è proprio in seguito ai sospettosi silenzi della signora Prati che il settimanale “Nuovo” coglie l’occasione per intervistare Settimio Colangelo, penultimo  manager della 60enne sarda.

Tutti coloro che finora hanno sostenuto la falsità della love story con Mark Caltagirone, ideata a tavolino per ottenere introiti economici stellari, probabilmente avevano ragione. A confermare la situazione finanziaria pietosa di Pamela Prati, infatti, ci ha pensato il manager abruzzese Settimio Colangelo, ex agente televisivo della showgirl.

L’intraprendente manager dei vip, che nel suo portfolio annovera attori del calibro di Ricky Memphis, Lorenzo Flaherty e Maria Grazia Cucinotta, è intervenuto attraverso le pagine del settimanale “Nuovo”, confessando particolari inediti: “Ho conosciuto Pamela Prati a Monopoli per l’inaugurazione di un sala bingo. Per tre anni sono stato suo agente. Sono stato l’unico di cui molte produzioni tv si fidavano quando la proponevo. Credevo che fosse mia amica, ma in realtà si è solo approfittata di me”.

Ma l’agente abruzzese ha rivelato nuovi ed esclusivi dettagli. Colangelo ha parlato, nella fattispecie, dell’affair relativo alla presunta crisi economica di Pamela Prati, insinuata da numerosi giornalisti: “Posso dire che la sera la lasciavo in una strada di Roma che mi indicava, affermando che in quella zona vivevano le sorelle. Poi ho scoperto che c’era il Bingo”.

È proseguita così l’intervista rivelatrice di Settimio Colangelo: “Lei si è approfittata di me, in che modo? Viaggiava solo in auto, niente treni o aerei. E io pagavo: mi sono reso conto che faceva pagare a me anche i viaggi personali. Ho speso migliaia di euro. A Natale di due anni fa le avevo mandato un’auto e lei disse: ‘O me la cambi o non vado all’evento a Bari’. Alla fine ne ho pagate due”.

Dichiarazioni forti quelle dell’agente televisivo della “Colangelo Management”. A suo dire, il loro rapporto lavorativo si sarebbe protratto sino all’8 febbraio 2018, quando l’uomo è rinsavito, decidendo di interrompere ogni tipo di collaborazione professionale con la pretenziosa soubrette.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Settimio Colangelo ha fatto chiarezza su un insistente pettegolezzo che, seppur minimo, rischia di compromettere ulteriormente la già lesa reputazione di Pamela Prati. L'ex manager della soubrette degli anni '90 ha sparato a zero, portando una testimonianza schiacciante in merito all'insinuata dipendenza dal gioco del Bingo. Tuttavia sarebbe comprensibile se l'orgogliosa Pamela Prati decidesse di negare spudoratamente ogni sorta di accusa, al fine di salvare la propria pietosa reputazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!