Iscriviti

Niccolò Bettarini senza freni su Instagram: "La giustizia italiana non esiste, fa schifo!". Scarcerato il suo aggressore

Niccolò Bettarini ha tirato fuori tutta la sua rabbia e delusione dopo la sentenza che decreta la scarcerazione del suo aggressore. Il ragazzo si è scagliato anche contro l'avvocato che lo ha assistito. Ecco le sue dure parole.

Gossip
Pubblicato il 13 marzo 2019, alle ore 16:19

Mi piace
5
0
Niccolò Bettarini senza freni su Instagram: "La giustizia italiana non esiste, fa schifo!". Scarcerato il suo aggressore

Nicolò Bettarini la scorsa estate è stato vittima di un’aggressione che lo ha messo in pericolo di vita. Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini è stato accoltellato all’esterno di una nota discoteca alle prime luci dell’alba. Per fortuna le conseguenze non sono state tragiche, ma i suoi aggressori sono stati processati con l’accusa di tentato omicidio.

E’ di questi giorni la notizia che, dopo la prima sentenza che aveva condannato i colpevoli al carcere, il giudice Guido Salvini ha stabilito la scarcerazione di Davideo Caddeo, uno dei soggetti coinvolti nell’aggressione. Tutto questo ha fatto esplodere la rabbia di Niccolò che, in una IS, non risparmia accuse né alla giustizia italiana né al suo avvocato difensore.

Le dure parole di Niccolò Bettarini

Io mi ero ripromesso di non parlare di questa cosa. Faccio questa storia perché sono incazzato e perché a quanto pare fare le storie su Instagram è l’unico modo per arrivare in qualche modo alla gente”, così inizia il lungo sfogo del ragazzo, che continua con un crescendo di rabbia e disappunto: “Si commenta da solo quello che è successo. A me non me ne frega un ca**o e dico quello che penso. Penso che la giustizia italiana non esiste, è uno schifo“.

Preso da questo impeto furioso, Niccolò non si ferma solo a commentare la deludente sentenza, ma questo stato di nervosismo lo spinge a scagliarsi anche contro l’avvocato che lo ha assistito durante questa triste vicenda: “Soprattutto vorrei fare i complimenti al mio avvocato. Non ho saputo niente per mesi, ho dovuto sapere tutto attraverso notizie e amici miei. Ci ha abbandonato praticamente dopo l’ultima sentenza. Vi spiego anche perché, non me ne frega un caz*o. La signora voleva che a gennaio io andassi a parlare a Porta a Porta a elogiarla del lavoro che aveva fatto. Io ho rifiutato”.

Subito dopo aver pubblicato questo sfogo, arriva anche il commento della mamma Simona Ventura che, postando una foto di lei con il figlio, scrive una frase esprime appoggio e affetto: “Sempre e per sempre accanto a te“. Sui social si sono riversati migliaia di utenti a commentare questa singolare decisione e all’unisono si sono dimostrati solidali con Niccolò Bettarini.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - La rabbia di Niccolò Bettarini è più che capibile. Dopo aver rischiato di morire, ora deve anche vedere il suo aggressore uscire di prigione e non scontare la pena, quando invece la prima sentenza lo aveva condannato ad anni di carcere. Forse nuovi elementi hanno fatto sì che ciò accadesse, ma questo dovrebbe comunicarglielo il suo avvocato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!