Iscriviti

Nadia Toffa, una folla ai funerali per l’ultimo saluto: il gesto di Davide Parenti e le parole dei ragazzi dell’Ilva

E' giunto il triste giorno dell'ultimo saluto a Nadia Toffa: la ragazza è venuta a mancare martedì 13 agosto dopo una dura e lunga battaglia contro il male che l'aveva aggredita.

Gossip
Pubblicato il 16 agosto 2019, alle ore 12:07

Mi piace
12
0
Nadia Toffa, una folla ai funerali per l’ultimo saluto: il gesto di Davide Parenti e le parole dei ragazzi dell’Ilva

Nadia Toffa è stata salutata da una folla arrivata da tutta Italia per assistere ai funerali della ragazza che, martedì 13 agosto, ha terminato la sua battaglia contro il tumore che l’aveva aggredita e che non le ha lasciato scampo. Nadia Toffa è stata coraggiosa e determinata, come tutte le persone che stanno affrontando o hanno affrontato quel temibile nemico.

Al Duomo di Brescia sono giunti pullman per presenziare al rito celebrato da Padre Maurizio Patriciello, il parroco in prima linea nella lotta alla “Terra dei Fuochi” in Campania. Durante l’omelia ha pronunciato parole particolarmente toccanti: “Nadia ha avuto fame e sete di giustizia dove ci sono i più bistrattati, nella Terra dei Fuochi. Nadia era dalla parte dei più deboli.(…) Nadia, hai raccontato la tua paura, le tue speranze, la tua è stata vita sino all’ultimo respiro. Hai capito che la vita è vita anche quando si fa pensate“.

Nadia Toffa, il gesto di Davide Parenti e le parole dei ragazzi di Taranto

Presenti tutti i colleghi de “Le Iene”, la trasmissione di Italia 1 che ha reso famosa la Toffa e fatto conoscere a tutti noi il suo spirito battagliero. Anche l’autore e ideatore del programma Davide Parenti, prima dell’inizio del rito sacro, ha voluto omaggiare la sua Iena posando sulla bara bianca la cravatta nera indossata sempre in puntata e simbolo della trasmissione.

Lo stesso Parenti, appresa la triste notizia, aveva dichiarato che Nadia ha sempre saputo della gravità della sua situazione e che il tipo di tumore che l’ha aggredita solitamente non perdona e lascia soltanto 10 mesi di vita: “Lei ne ha fatti venti. Ovviamente sono stati bravissimi i suoi dottori, capaci di allungarle la vita con le giuste cure”, ha rivelato con profondo rammarico.

Anche i ragazzi di Taranto, precisamente del quartiere dove si trova l’Ilva, hanno salutato la Toffa. Sono arrivati con la maglietta e la scritta “Ie jesche pacce pe te!” (in tarantino “Io esco pazzo per te”) ricordando che Nadia – durante il servizio che fece sull’Ilva – alla vista di quelle maglie ebbe l’idea di venderle per raccogliere soldi. Con i 700 mila euro raccolti è stato possibile l’apertura di un reparto oncologico pediatrico: “Senza di lei non sarebbe stato possibile“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - La notizia della morte di Nadia Toffa ha lasciato un profondo segno in tutti noi. Quando scompare un personaggio pubblico, anche se non lo si è conosciuto personalmente, proviamo lo stesso dolore e costrizione. La folla presente ai suoi funerali dà la giusta misura del bene che è riuscita a creare intorno a sé.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!