Iscriviti

Mike Bongiorno, a 10 anni dalla scomparsa la moglie Daniela: "Mi consola che se ne sia andato prima di questo scempio"

Daniela Zuccoli ricorda il marito Mike Bongiorno a 10 anni dalla sua morte sulle pagine di "TV Sorrisi e Canzoni". Tra rivelazioni e ricordi, il racconto di una vita insieme.

Gossip
Pubblicato il 5 settembre 2019, alle ore 15:38

Mi piace
7
0
Mike Bongiorno, a 10 anni dalla scomparsa la moglie Daniela: "Mi consola che se ne sia andato prima di questo scempio"

Mmike Bongiorno è scomparso improvvisamente l’8 settembre del 2009 a causa di un infarto che non gli ha lasciato scampo: il famoso conduttore italo-americano aveva 85 anni. Ora, in occasione del decennale dalla sua morte, la moglie Daniela Zuccoli sulle pagine del settimanale “TV, Sorrisi e Canzoni”, ha rilasciato un’intervista nella quale ricorda il marito e alcuni avvenimenti della loro vita insieme.

Daniela e Mike hanno vissuto una lunga storia d’amore, durata 40 anni e insieme hanno avuto tre figli: Michele Pietro Filippo, nato il 21 agosto 1972 ad oggi regista e produttore documentarista, Nicolò nato il 4 aprile 1976, regista e sceneggiatore ed infine Leonardo, nato il 5 settembre 1989, oggi imprenditore proprio lui insieme al padre girò alcuni spot pubblicitari.

Daniela Zuccoli ricorda la vita e l’amore con Mike Bongiorno

La Zuccoli rivela che ancora oggi, a distanza di diversi anni, parla ancora con il marito: “Lui c’è, è sempre qui con me. E io gli parlo ancora”, e allo stesso modo il ricordo del grande presentatore vive ancora nei suoi affezionati “amici telespettatori”, come era solito chiamarli lui: “Tutti i giorni, ancora oggi incontro persone che per strada mi dicono: “Ci manca”. Mike manca al Paese, non era solo un bravo presentatore: lui la tv l’ha inventata. Ha un posto nella storia e nella cultura italiana e un posto nel tinello e nel soggiorno di ogni famiglia”, afferma con sicurezza Daniela.

Il 23 marzo del 1972 si sposarono a Londra, lontano dal clamore televisivo. Mike Bongiorno chiese a Daniela di sposarlo in maniera semplice e diretta, come piaceva a lei: “Io sono innamorato di te, ma non solo: io voglio sposarti“. Lei era incinta di Michele e perr Mike era il terzo matrimonio, ricorda di essere arrivata nella capitale inglese due settimane prima dell’evento con i suoi genitori e la sorella: “Faceva freddissimo, in municipio. Io indossavo un abito bluette e un cappottino premaman, di taglio “godet”, un po’ svasato”. A Daniela piaceva il carattere fermo e sicuro del marito, convinto sempre di prendere la decisione migliore, come quella volta che – ricorda emozionata – decise di abbandonare la Rai per avventurarsi nella nuova rete creata da Berlusconi, sicuro che quella decisione gli avrebbe regalato grandi soddisfazioni. 

Mike Bongiorno, le sue ultime parole

Daniela ricorda ogni particolare anche di quella maledetta mattina prima che accadesse l’inevitabile tragedia: si erano svegliati come sempre e come sempre le aveva fatto trovare i giornali a letto, proprio come piaceva a lei iniziare la giornata e ricorda anche le sue ultime parole: “Al risveglio Mike mi aveva fatto un “grattino” sui capelli. Mi era appena arrivata sul telefonino la foto della piccola Luce e le sue ultime parole sono state meravigliose: ‘Com’è bella’, disse. ‘Sembri tu quando prendi il sole’”.

Proprio il giorno dell’anniversario, sia la Rai che Mediaset renderanno omaggio a Mike, ma Daniela non può fare a meno di esternare il suo pensiero sulla tv di oggi e ipotizza quanto al marito non sarebbe piaciuta per niente: “Ne penserebbe tutto il male possibile, messo di fronte al degrado, agli scandali, alla brutta politica. Mi consola pensare che se n’è andato prima di assistere a questo scempio”, un quadro davvero catastrofico dal quale si salvano soltanto pochi nomi, cioè quelli di Fiorello, Fabio Fazio, Gerry Scotti, Maurizio Costanzo: “Guarderebbe sicuramente i programmi dei suoi grandi amici“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Mike Bongiorno ha segnato la storia della televisione italiana. Ricordo da bimba i suoi programmi e l'antagonismo con Pippo Baudo, punta di diamante della Rai. Sono felice che la televisione italiana abbia deciso di ricordarlo, perché anche le nuove generazioni devono avere la possibilità di conoscere un personaggio tanto importante per la nostra tv.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!