Iscriviti

Michele Bravi: chiuse le indagini, il cantante è accusato di omicidio stradale

Dopo diversi mesi dal terribile incidente che ha coinvolto Michele Bravi e in cui è morta una donna, le indagini sono finalmente chiuse: il cantante sarà accusato di omicidio. Ecco i dettagli

Gossip
Pubblicato il 1 maggio 2019, alle ore 21:20

Mi piace
13
0
Michele Bravi: chiuse le indagini, il cantante è accusato di omicidio stradale

Sono passati diversi mesi da quella sera del 22 novembre scorso quando Michele Bravi, in seguito ad una incauta inversione di marcia in una via di Milano, ha investito ed ucciso una donna che viaggiava in sella ad una moto. La Procura di Milano ha ora notificato l’avviso di chiusura delle indagini, che si sono concluse con un’accusa di omicidio stradale per il cantante 24enne.

La conclusione delle indagini consentirà, quindi, di poter avviare il processo durante il quale Bravi, che immediatamente dopo l’incidente si era dichiarato profondamente addolorato per l’accaduto, potrà depositare memorie oppure chiedere l’interrogatorio.

Secondo le indagini e le ricostruzioni della Polizia locale, il cantante de “Il diario degli errori” avrebbe fatto, alla guida di un auto a noleggio, un’inversione vietata per cambiare senso di marcia ma durante la manovra ha investito una donna di 58 anni che, arrivando in quella direzione, non ha fatto in tempo a frenare e si è schiantata contro la portiera dell’auto guidata dall’ex vincitore di X Factor.

A completamento delle indagini è stata richiesta, inoltre, una perizia cinematica dalla quale è emerso che il cantante pare aver fatto la manovra fatale senza accertarsi che dal senso opposto non arrivassero altri veicoli. La conclusione delle indagini prelude al rinvio a giudizio e la difesa di Bravi ha 20 giorni di tempo per depositare le memorie oppure chiedere l’interrogatorio. In casi simili, in alternativa, l’accusato può eventualmente chiedere un patteggiamento, a fronte di un congruo risarcimento.

Michele Bravi, come annunciato dal suo legale immediatamente dopo l’incidente, si è chiuso in un totale silenzio dal quale è temporaneamente uscito solo poche settimane fa, pubblicando sui suoi social un breve post. Al momento, dopo la notizia della conclusione delle indagini, non è stata fatta alcuna comunicazione da parte del cantante o per suo conto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefania Angela Ferrara

Stefania Angela Ferrara - Trovo che Michele Bravi sia stato trattato come un qualsiasi cittadino che, per una fatale distrazione al volante o per una manovra incauta e azzardata, causa un incidente mortale. Purtroppo nulla porterà più in vita quella donna, ma è giusto che le indagini venissero chiuse senza alcun tipo di agevolazione per il cantante, solo per via del suo essere un personaggio famoso. Non nascondo, però, che mi dispiace tantissimo per lui, così giovane e con una carriera che prometteva di essere molto luminosa.

Lascia un tuo commento
Commenti
Maria Guerricchio
Maria Guerricchio

02 maggio 2019 - 14:13:39

Aggiungo, che io ho molto apprezzato il suo silenzio rispettoso. Contrariamente ad altri che hanno poi reagito ad eventi tragici come buffoni.

0
Rispondi