Iscriviti
Genova

Matteo Renzi: "Le focaccette posso solo guardarle, sono a dieta"

In occasione della Festa dell'UnitĂ  svoltasi a Genova, l'ex premier Matteo Renzi ha mentito pubblicamente, negando di aver consumato delle focacce appena fritte, degustate pochi minuti prima davanti le telecamere e i flash dei fotografi presenti all'evento.

Gossip
Pubblicato il 7 settembre 2017, alle ore 08:49

Mi piace
22
0
Matteo Renzi: "Le focaccette posso solo guardarle, sono a dieta"
PubblicitĂ 

L’ex premier Matteo Renzi, in occasione della Festa dell’Unità svoltasi al Porto Antico di Genova – oltre ad aver presentato il suo nuovo libro “Avanti” – è stato pizzicato mentre assaporava bellamente delle focaccette appena fritte. E fin qui nulla di strano, se non fosse per il suo repentino negare ai microfoni dei cronisti de “La Repubblica”.

Sebbene si trattasse di un veniale peccato di gola – innocente e legittimo – ai giornalisti che gli chiedevano un giudizio spassionato sulle focacce, il segretario del Partito Democratico ha dichiarato con nonchalance: “Le focaccette ho potuto soltanto guardarle, sono a dieta”.

Nonostante l’evidente e palese presenza di numerosi smartphone e fotocamere alla Festa dell’Unità – in aggiunta ai fotografi professionisti impegnati a documentare l’evento – il toscano Matteo Renzi ha scelto di negare di aver consumato delle focacce, senza una apparente e valida motivazione.

A smascherare il suo sgarro dietetico e confutare la sua dichiarazione, un video pubblicato sul sito web de “La Repubblica”, il quale testimonia e dimostra la presenza del segretario del Partito Democratico in fila per consumare le fragranti focacce genovesi appena fritte.

È pur vero che tutti i dietologi sono intransigenti e severi quando si tratta di sgarri extra al proprio regime dietetico, però non sembra essere realmente questo il valido motivo che ha spinto l’ex premier a negare l’evidenza. Si ipotizza che possa esser la moglie Agnese, con la sua silhouette taglia 38, ad intimorire e terrorizzare le scelte nutrizionali del 42enne.

In ogni caso non lo si può biasimare se ha ceduto alla tentazione. Sono veramente innumerevoli le occasioni e gli eventi pubblici nei quali l’ex presidente del consiglio si trova in difficoltà a rifiutare una pietanza tipica del luogo in cui è andato a far visita.

Giusto per portare degli esempi, nella città di Bari fu “costretto” ad assaggiare i panzerotti per non dispiacere i ristoratori pugliesi. A Bergamo, invece, dovette assaporare dei cannoncini ripieni alla crema. Di questo passo, con tutte queste irresistibili degustazioni, le sue eleganti e griffate camicie di Ermanno Scervino potrebbero rimpicciolirsi e venirgli strette.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Diametralmente opposto all'ex premier Matteo Renzi, il sindaco di Genova Marco Bucci ha avuto la spina dorsale di confessare candidamente ai giornalisti: "Sono venuto apposta alla Festa dell'Unità per mangiare le focaccette". In effetti cosa sarà mai una fragrante focaccetta? Uno strappo alla dieta può esser tranquillamente tollerato. perché quindi negarlo platealmente?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!