Iscriviti

Marco Melandri contro il green pass: "Siamo in dittatura, mia figlia non vivrà schiava di un governo"

Durante uno sfogo sui social network, il pilota di motociclistico Marco Melandri si dichiara totalmente contrario al green pass e svela alcuni suoi dubbi sul vaccino dedicato ai bambini.

Gossip
Pubblicato il 8 ottobre 2021, alle ore 19:35

Mi piace
2
0
Marco Melandri contro il green pass: "Siamo in dittatura, mia figlia non vivrà schiava di un governo"

Il pilota motociclistico MarcoMacioMelandri, vincitore del motomondiale 250 con la sua Aprilia dinanzi a Fonsi Nieto e Roberto Rolfo, sui social si è dichiarato totalmente contrario al green pass, ma decide di non sbilanciarsi più di tanto contro il vaccino.

Numeri sportivi, di tutto il mondo si stanno facendo numerose domande sul vaccino. In NBA il 90% è vaccinato, ma la schiera dei cosiddetti novax viene guidata da campioni come Kyrie IrvingBradley Beal, che al momento non sembra essere interessati a vaccinarsi. Nel tennis invece meno del 50% delle giocatrici nelle prime cento posizioni hanno ricevuto il vaccino, mentre nel maschile Novak DjokovicStefanos Tsitsipas, che rischiano di non partecipare alla prossima edizione degli Australian Open.

Le parole di Marco Melandri

Al momento non si conoscono i dati del vaccino sui piloti motociclistici ma Valentino Rossi, tra i piloti simbolo di questo sport che ha deciso di ritirarsi per dedicare più tempo alla sua famiglia, in una recente intervista ha rivelato di essersi vaccinato durante il “Gran Premio motociclistico del Qatar”.

Come in tutti i campi ci sono ancora persone non proprio convinte del vaccino, e tra questi per l’appunto troviamo Marco Melandri. Il pilota, sui social, ha affermato: “Io mi schiero contro il green pass. Non sono nè a favore nè contro il vaccino, ma contro alla dittatura che stiamo subendo. Lavorare e vivere deve essere un diritto”.

Sempre durante le sue dichiarazioni, Melandri afferma di non essere interessato di come viene etichettato dalle altre persone: “Ho una figlia e non permetterò che da ora viva da schiava di un governo, il quale sul sito del Senato dichiara che in uno studio su oltre 90.000 bambini non hanno riscontrato neanche un caso di trasmissione del Covid, gli stessi che poi però li obbligano a portare le mascherine in classe. Stiamo crescendo dei bambini razzisti perchè stiamo insegnando loro che chi ha il green pass è buono e chi non lo ha è cattivo e emarginato”.

Le dure parole di Marco Melandri hanno ovviamente fatto il giro del web nel giro di poche, e come ci si poteva aspettare gli utenti si sono divisi praticamente in due.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Per molti il pensiero di Marco Melandri può essere difficile e duro da accettare, ma ogni persona ha una propria idea e non bisogna attaccarla o discriminarla solamente per questo. Per me è molto più grave non porsi delle domande invece di accettare tutto senza informarsi minimamente su qualunque cosa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!