Iscriviti

Luke Perry, la figlia risponde alle accuse: "Non mi siederò in una stanza a piangere solo perché lo vuole internet"

Sophie Perry, secondogenita di Luke, è divenuta il bersaglio dello spietato popolo del web. Sotto accusa le modalità con cui sta elaborando il lutto, il suo abbigliamento succinto e il linguaggio scurrile. Ecco come Sophie ha replicato sul suo profilo social.

Gossip
Pubblicato il 14 marzo 2019, alle ore 11:49

Mi piace
16
0
Luke Perry, la figlia risponde alle accuse: "Non mi siederò in una stanza a piangere solo perché lo vuole internet"

L’inaspettato decesso di Luke Perry non ha turbato solamente i suoi affezionati fan, bensì anche i familiari. La scomparsa del sex symbol di Beverly Hills 90210 ha lasciato un incolmabile vuoto nel suo nucleo familiare. A dimostrarlo i post social del figlio 21enne Jack e della figlia 18enne Sophie, la quale ha appreso della morte di suo padre mentre si trovava all’estero.

Al rimpianto di non aver potuto abbracciare il padre nelle sue ultime ore di vita, si sta aggiungendo un vorticoso polverone mediatico, fatto di accuse e sermoni diffusi sui social network. Sophie Perry è stata tacciata di utilizzare un linguaggio volgare e dei look fin troppo osè, inadeguati e inopportuni per una 18enne che sta attraversando un dramma familiare.

Ha esordito così sul suo profilo ufficiale di Instagram: “Da quando mio padre è morto ho ricevuto molta attenzione online, per la maggior parte positiva, ma le persone non sono tutte belle. Sono stata criticata per il mio linguaggio, per il mio guardaroba, è stato un processo al lutto.  Sono qui per dire che continuerò a ridere e sorridere e vivere normalmente la mia vita (…) Non mi siederò in una stanza a piangere solo perché lo vuole internet”.

Sophie Perry, per la prima volta nella sua vita, sta venendo a contatto con quelli che sono i molteplici lati negativi della popolarità, sino ad adesso vissuta da lei soltanto marginalmente. Per tale ragione, la diciottenne americana non ha perduto tempo a replicare, attraverso il suo account di Instagram, ai giudizi impietosi e alle offese gratuite che in questi ultimi giorni le sono ingiustamente piovuti addosso.

Sebbene i fan di “Dylan McKay” stiano piangendo la sua scomparsa e i messaggi di cordoglio siano numerosi e toccanti, sembra non stiano perdendo l’occasione per accanirsi sui due figli dell’attore, già considerevolmente provati per il traumatico lutto familiare che li ha colpiti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Personalmente ritengo che l'elaborazione del lutto possa esser vissuta in maniera soggettiva e in tempi più o meno rapidi, variabili da persona a persona. A mio avviso Sophie, secondogenita di Luke Perry, non può essere colpevolizzata perché sta elaborando differentemente il lutto, continuando a vivere in maniera gratificante la propria esistenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!