Iscriviti

L’Amore Strappato, il regista Tognazzi: "Angela oggi è felice, lo Stato chiese milioni". In arrivo una dolce novità

Il regista della miniserie "L'Amore Strappato", ha rilasciato un'intervista a Fanpage.it dove ha parlato sia della fiction che di alcuni retroscena sulla storia di Angela Lucanto.

Gossip
Pubblicato il 15 aprile 2019, alle ore 10:11

Mi piace
8
0
L’Amore Strappato, il regista Tognazzi: "Angela oggi è felice, lo Stato chiese milioni". In arrivo una dolce novità

Su Canale 5 domenica 14 aprile, è andato in onda il gran finale de “L’Amore Strappato“, la fiction che ha raccontato la storia di Angela Lucanto strappata alla sua famiglia per un errore giudiziario. A parlare ai microfoni di Fanpage.it Ricky Tognazzi, il registra della miniserie che ha svelato alcune aspetti inediti della fiction da lui diretta insieme alla moglie Simona izzo.

Tognazzi ha rivelato di essere molto orgoglioso per questo grande successo portato a termine con impegno e determinazione, affrontando un argomento ostico e delicato come la pedofilia, aggravata da un orribile incesto. Ha fatto chiarezza anche sulla polemica che era nata nei social per il suo disappunto riferito alle troppe interruzioni pubblicitarie.

Il regista chiarisce che è stato montato un caso intorno ad alcune sue dichiarazioni, nessuno scontro con Mediaset anche se ammette: “Certo, la pubblicità in un momento chiave della trama mi ha fatto fare un salto sulla sedia“. Rivela poi un momento di crisi di Elena Minichiello, che ha interpretato il ruolo della protagonista Arianna. Durante il provino in cui veniva strattonata e portata via chiedeva: “Dove andiamo? Voglio la mamma“, e quel giorno quando tornò a casa ebbe una cris.

A questo punto, Simona Izzo ha parlato alla bimba e l’ha rassicurata: “Se non lo vuoi fare non c’è problema, noi siamo molto contenti di averti conosciuto. Sei molto brava, ci saranno altre occasioni“. Elena poi ci ripensò e, confortata dai genitori, decise di andare avanti.

Lo stato chiese 60 milioni di lire. Ora Angela aspetta un bambino

Tognazzi rivela che i genitori di Angela Lucanto sono ancora molto traumatizzati per la storia che hanno vissuto, la disperazione che li ha accompagnati in quei giorni è ancora impressa nella loro mente. E al dramma è stata aggiunta anche una beffa a livello economico: lo Stato ha pensato bene di fare arrivare ai genitori, già molto provati, un conto da pagare di ben 60 milioni di lire perché la bambina era sotto le cure dello Stato.

Il regista racconta anche che c’è un altro aspetto paradossale. Il video in cui Angela darebbe addosso al padre in realtà è scomparso: “Si parla di questo nastro ma non è mai stato trovato. Nella fiction lo abbiamo raccontato lo stesso, abbiamo messo il nastro in scena. E partendo da lì, abbiamo ripercorso tutta la storia“.

Infine termina questa intervista con una dolce rivelazione: Angela Lucanto ora è felice e tra poco lo sarà ancora di più, visto che diventerà mamma.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - "L'amore strappato" ha coinvolto molto pubblico ed è stata molto apprezzata. Ricky Tognazzi e Simona Izzo hanno fatto centro con questa miniserie andata in onda su Canale 5. Portare alla luce questi spiacevoli fatti di cronaca può essere di aiuto per tutte quelle famiglie che, purtroppo, stanno vivendo problematiche simili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!