Iscriviti

La regina Elisabetta II accettò Lady Diana in quanto vergine

Stando a quanto rivelato dalla giornalista inglese Danae Brook, Lady Diana fu accettata da Sua Maestà la regina in quanto vergine. Il requisito venne ritenuto necessario per poter sposare il principe Carlo.

Gossip
Pubblicato il 6 luglio 2019, alle ore 13:20

Mi piace
11
0
La regina Elisabetta II accettò Lady Diana in quanto vergine

I retroscena della vita privata di Lady Diana ancora oggi suscitano molto interesse da parte del pubblico. Il suo travagliato matrimonio con il principe Carlo rimane tuttora un argomento che trova molto risalto sui media scandalistici, che non perdono occasione per scoprire ogni seppur minimo dettaglio della loro non semplice vita coniugale.

L’ultimo aneddoto avente per oggetto la madre di William e Harry è stato riportato dal Daily Star Online e risale a circa 40 anni fa. All’epoca la futura principessa del Galles, a nemmeno vent’anni d’età, si apprestava a diventare la moglie di Carlo, il figlio della regina Elisabetta II.

Come rivelato dalla stessa Diana nel corso di un colloquio con la stampa rilasciato nei mesi precedenti il matrimonio, la giovane donna non si riteneva all’altezza di potersi sposare con il primogenito della sovrana, in quanto fino ad allora non aveva avuto grandi esperienze in fatto di uomini, ma soprattutto non aveva avuto nessun rapporto intimo. Eppure secondo la giornalista Danae Brook, quello che Diana riteneva fosse uno svantaggio si rivelò in verità un punto a suo favore.

Andando a riprendere il contenuto di quell’intervista rilasciata nel 1980 si scopre che Diana pronunciò la seguente frase rivelatrice. “Mia sorella Sarah stava uscendo con Carlo l’anno scorso e ne ha parlato alla stampa, ma ha esagerato e l’hanno accantonata”. Diana Spencer venne quindi accettata all’interno della famiglia reale in quanto vergine. Questo aspetto la rese idonea per poter diventare la moglie del futuro Re d’Inghilterra, che non poteva certo legarsi con una persona che aveva alle spalle precedenti relazioni. 

Fu così che la Regina acconsentì a celebrare quello che venne considerato il matrimonio del secolo. La favola andata in onda nel 1981 ben presto si rivelò essere una storia molto diversa da quella che si poteva anche solo lontanamente ipotizzare. Dopo poco il rapporto tra i due coniugi incominciò ad incrinarsi. L’incompatibilità caratteriale ed una serie di circostanze alquanto turbolente sfociarono del divorzio, avvenuto nel 1996, esattamente un anno prima che la Principessa Triste perdesse la vita nel tragico incidente avvenuto nel tunnel dell’Alma a Parigi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Ogni nuovo dettaglio che emerge sul conto della principessa Diana vuole far leva su quella che fu la sua vita ricca di delusioni e frustrazioni. Dalle sue interviste si può intuire il dramma di una donna usata come oggetto per assicurare una discendenza alla casa reale inglese. Fu anche per questo motivo che dopo essersi inizialmente illusa, si sentì un pesce fuor d’acqua che ambiva solo a ritrovare se stessa, scappando da quella che era diventata una prigione dorata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!