Iscriviti

La promessa di Barbara D’Urso: cena al ristorante cinese

Promessa mantenuta da parte della nota presentatrice Barbara D'Urso, che ha deciso di cenare in un ristorante cinese, abbattendo ogni forma di razzismo e pregiudizio, che stanno dilagando nell'ultimo periodo.

Gossip
Pubblicato il 6 febbraio 2020, alle ore 10:40

Mi piace
10
0
La promessa di Barbara D’Urso: cena al ristorante cinese

Non si può di certo dire che Barbara D’Urso non sia stata di parola; la nota presentatrice infatti, durante la sua quotidiana puntata, ha mangiato un biscotto della fortuna, dolce tipico cinese, ed ha rilanciato la sfida contro la paura di entrare nei ristoranti cinesi e giapponesi, andando lei stessa a mangiare in uno di questi ristoranti.

La promessa è stata mantenuta da parte della presentatrice, con tanto di prove documentate su Instagram, dove è possibile vedere Barbara assaporare i piatti tipici della cucina cinese in un ristorante. Una sfida molto sentita ultimamente, data dalla nascita di una vera e propria psicosi da parte della popolazione verso gli asiatici e verso la loro cucina.

Gli affari infatti per la popolazione asiatica non vanno benissimo, molti ristoranti a breve saranno costretti a chiudere per la scarsa affluenza di clienti, preoccupati per il contagio del noto virus che sta flagellando la Cina, il coronavirus. Ed è a questo punto che entrano in gioco gli esempi, persone che, contro ogni pregiudizio infondato, decidono di fare la cosa giusta, con la speranza di essere imitati, abbattendo ogni forma di razzismo, senza chiudere le porte alla cucina del sol levante.

Il gesto della presentatrice infatti appare molto sentito in questo periodo, con la speranza che l’affluenza delle persone possa incrementare, ora che anche lei ha dimostrato che frequenta locali asiatici senza di certo preoccuparsi di un eventuale contagio.

Infatti la D’Urso afferma che non bisogna aver paura di contrarre il coronavirus, dato che viene trasmesso per gocce di saliva e non di certo tramite i cibi; Barbara infatti ha chiosato: “C’è gente che non va più al ristorante cinese. A Roma in un bar non fanno entrare persone asiatiche. Questo è razzismo […] Il coronavirus si trasmette con goccioline di saliva se uno ha il virus, non si trasmette con i cibi“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carmine Solmonese

Carmine Solmonese - La D'Urso ha fatto molto bene a dare questo esempio, molto probabilmente potrà generare un meccanismo a cascata anche di altri personaggi, che andranno a mangiare in locali cinesi, così da fungere da esempio verso il popolo, convincendosi una volta per tutte che il coronavirus non si trasmette così facilmente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!