Iscriviti

La dolce dedica di Fabrizio Colica al suo neo sposo

Fabrizio Colica, membro del duo "Le Coliche", si è unito civilmente a Imola con il compagno Giacomo Visconti, nel 2019 aveva fatto già coming out sui social network.

Gossip
Pubblicato il 15 luglio 2021, alle ore 10:07

Mi piace
3
0
La dolce dedica di Fabrizio Colica al suo neo sposo

Fabrizio Colica, il noto comico trentenne romano membro del duo “Le Coliche”, si è unito civilmente a Imola con il compagno Giacomo Visconti, relazione resa pubblica già nel 2019, quando lo youtuber aveva fatto coming out sui social network, dichiarando il suo orientamento sentimentale e sessuale.

E proprio su Instagram, seguito da 260 mila followers, ha postato i romantici scatti della cerimonia svoltasi nella campagna imolese, immersi nella calda luce del tramonto, dedicando alla sua dolce metà una tenerissima dedica, finalmente liberi dai pregiudizi sociali, i quali avevano condizionato inizialmente la loro relazione vissuta in gran segreto.

Ma dopo il primo lockdown nazionale la coppia aveva maturato la decisione di voler passare il resto della vita insieme, investendo finanziaramente nel progetto di una casa coniugale nella città eterna, e di pronunciare il fatidico “si” non appena fosse avvenuto il tanto atteso passaggio di ruolo del fidanzato.

E se da un lato la casa era già bella come una bomboniera dall’altro lato il lavoro, con contratto a tempo intederminato, tardava ad arrivare, tanto da scegliere di coronare lo stesso quel sogno d’amore, con gli amici più intimi e i parenti più stretti. Ma, mentre si sistemavano le ultime cose nella villa romana, venivano pubblicate anche le graduatorie degli esami, determinando così quel punto fermo in ambito profssionale.

Nella lettera, resa pubblica, Fabrizio scrive al suo Giovanni queste emozionanti parole: “Dio è proprio grande. E certe cose le pianifica nostro malgrado! Certe strade le spiana nei minimi dettagli prima ancora che tu decida di percorrerle. È per questo che non riesco proprio a non credere in Dio, nonostante la comunità che frequentiamo ci reputi contronatura, nonostante ci siamo dovuti sposare in comune perché non ci è permesso farlo in un’elegante chiesa con affreschi del ‘700 profumati di incenso. Nonostante tutto questo, io non riesco a non credere in Dio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rossana Lucente

Rossana Lucente - La dedica di Colica a Visconti, dimostra come la fede in Dio possa prescindere da ogni scelta di orientamento sessuale, apparentemente in contrasto con i dogmi dell'istituzione religiosa. In passato l'omosessualità era disapprovata ed elencata tra le depravazioni, proponendo cure anche coatte, per guarire le persone da quella che veniva considerata una malattia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!