Iscriviti

Jovanotti risponde a Messner: "Nessuna violazione di un tempio naturale, casomai una celebrazione"

Messner accende la polemica circa l'opportunità di un concerto di Jovanotti a Plans de Corones. Il cantante risponde: "Il futuro non lo si affronta negandoci le esperienze, ma immaginandone di nuove con nuovi mezzi".

Gossip
Pubblicato il 9 aprile 2019, alle ore 00:42

Mi piace
26
0
Jovanotti risponde a Messner: "Nessuna violazione di un tempio naturale, casomai una celebrazione"

Il “Jova Beach Party“, tour dell’estate 2019 del cantante Jovanotti, nato in collaborazione con il WWF, è stato annunciato tempo fa dal cantante su Facebook e, sempre tramite il noto social network, l’artista ha deciso di rispondere all’alpinista, esploratore e scrittore italiano Reinhold Messner, il quale lo ha attaccato per la scelta della tappa, seppure unica, in montagna, a Plan de Corones, in Trentino Alto Adige.

Il cantante romano, con un fiume di parole, ha rispsoto a Messner spiegando che quello che stanno preparando è un evento rock con l’equilibrio ambientale, perchè è un progetto non solo bellissimo ma unico nel suo approccio ambientale, nuovo e antichissimo allo stesso tempo.

Jovanotti sostiene di aver sempre avuto tanti sogni e che, tra i tanti, ne ha uno condivisibile con Messner, ovvero il sogno di un futuro in cui la presenza dell’uomo non sia distruttiva per la natura e, pertanto, sostiene in merito: “Questo oggi è un sogno realizzabile anche su larga scala, partendo dai comportamenti dei singoli e coinvolgendo economia, politiche locali e aziende. La montagna non ha più diritti di un bel prato a Woodstock o di una spiaggia a Rimini o del Circo Massimo, gli ambienti vanno rispettati sempre“.

Il WWF, che per primo ha a cuore la conservazione degli habitat naturali più delicati, è sceso in campo a difesa dell’artista, sostenendo che non si sono avuti problemi nell’annullare il concerto del medesimo artista presso la spiaggia di Torre Flavia a Ladispoli, resisi conto che l’inquinamento acustico avrebbe creato disturbo alla zona limitrofa di nidificazione dei fratini.

Ma per Plan de Corones non sussisterebbero, a loro avviso, rischi per l’ambiente, essendo questa un’area già dotata delle infrastrutture necessarie, in quanto già modellata in base alle esigenze del turismo di massa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - La montagna ha le sue regole e i suoi equilibri, è il regno del silenzio. Vorrei però sottolineare che lo stesso Messner non ci ha pensato due volte a sventrare la stessa montagna per farci il suo museo che, per quanto sia ecosostenibile, è pur sempre una modifica strutturale permanente della conformazione della montagna. Inoltre, se non ricordo male, lì ci sono un paio di strutture ristorative che sparano musica in libertà durante la stagione sciistica ed inoltre, in passato, vi hanno già avuto luogo dei concerti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!