Iscriviti

Jennie Garth risponde a chi la insulta per il suo silenzio sulla morte di Luke Perry

La celebre attrice che in Beverly Hills 90210 interpretava il ruolo di Kelly Taylor, replica a tutti coloro che non hanno accettato il suo silenzio sui social dopo la morte di Luke Perry. Ecco come si è espressa in merito.

Gossip
Pubblicato il 12 marzo 2019, alle ore 10:56

Mi piace
10
0
Jennie Garth risponde a chi la insulta per il suo silenzio sulla morte di Luke Perry

La morte di Luke Perry, oltre ad aver sconvolto l’intero mondo dello spettacolo, ha anche sollevato una serie di polemiche. Dopo i primi momenti di cordoglio, alcuni fan di Beverly Hills 90210 non hanno accettato di buon grado il silenzio social di Jennie Garth, la celebre attrice che nel teen drama dava il volto a Kelly Taylor

La sua scelta di non pubblicare messaggi o foto ha sollevato non poche critiche. Dopo alcuni giorni di lontananza dai social media, Kelly ha voluto postare una foto con i suoi figli, scelta però non condivisa da parte di chi l’ha prontamente insultata con polemiche del tipo “in questo modo vuoi ricordare il tuo caro amico scomparso?”. 

Dopo le offese ricevute, la 46enne protagonista del più importante teen drama della storia della televisione, ha deciso di replicare alle accuse rilasciando un comunicato prontamente pubblicato da People. Poco intenzionata a farsi passare per una persona distaccata e insensibile, Jennie Garth ha voluto far presente che la scelta di postare la foto con le figlie non è stata un affronto alla memoria del collega, ma più semplicemente un modo del tutto personale per ricordarlo.  

Dopo aver dichiarato che Luca Bella, Lola Ray e Fiona Eve sono la sua vita, Jennie Garth – mossa dal desiderio di mettere a tacere chi si ostina ad attaccarla – ha aggiunto una riflessione personale. “Ci ho pensato su e so che anche il mio caro amico avrebbe voluto così. I suoi figli erano la sua vita. Chi lo conosceva lo sa bene e sa anche che non gliene fregava nulla dei social media. Quindi non fate illazioni, non giudicate e non fate commenti maleducati”. 

Infine, ancora sconvolta per una morte giunta come un fulmine a ciel sereno, Jennie ha ammesso di essere profondamente toccata dalla prematura scomparsa di Luke Perry. Allo stesso tempo ha voluto rivolgere un messaggio di sostegno alla sua famiglia, che ha perso un compagno e un padre insostituibile.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Ogni persona vive a suo modo il dolore per la perdita di una persona cara. Anche nell’epoca di internet e dei social media, non è certo obbligatorio postare un messaggio o delle foto per ricordare una persona scomparsa. La scelta è del tutto personale e non andrebbe criticata. Alle frasi finte o di circostanza è sicuramente meglio il silenzio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!