Iscriviti

Il duro sfogo di Giulia De Lellis, cacciata da Starbucks: "Siete più animali voi del mio cane"

La nota influencer Giulia De Lellis è stata invitata in malo modo ad andarsene dal locale Starbucks di Milano perché entrata insieme al suo cane Tommy.

Gossip
Pubblicato il 18 novembre 2021, alle ore 19:02

Mi piace
1
0
Il duro sfogo di Giulia De Lellis, cacciata da Starbucks: "Siete più animali voi del mio cane"

Piccola disavvenuta per l’influencer Giulia De Lellis, che ha affidato al suo seguitissimo account Instagram il suo sfogo, oltre a lasciare una recensione negativa su Starbucks di Milano, unico punto vendita della rinomata catena di caffè americano in Italia, situato centro della città. 

La De Lellis è entrata nello store con il suo cane Tommy, il volpino di Pomerania che ha adottato assieme al suo ex, il dj Andrea Damante, da cui sarebbe stata cacciata dal personale proprio perchè in compagnia del suo amico a 4 zampe. Le sue parole sono state seguite dal racconto super dettagliato del modello e influencer Gian Maria Sainato, ex volto di Riccanza. Quest’ultimo ha criticato apertamente l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne. Ma cos’è successo?

Lo sfogo di Giulia De Lellis e la replica di Gian Maria Sainato

La De Lellis ha scritto: “Siete più animali voi del mio cane. Accoglienza voto: zero! Animali non ammessi, ma loro sì (nel 2021, in un bar anche all’aperto)”, aggiungendo di aver trovato il personale all’entrata “estremamente maleducato” e “quasi violento”. Secondo le sue parole, sarebbe stata trattata in malo modo “solo per essere entrata con un cane dando per scontato che si potesse”, concludendo il suo sfogo con “roba da pazzi!”.

L’influencer Gian Maria Sainato ha rivelato di aver assistito alla scena, in cui l’ex corteggiatrice sarebbe stata “cacciata da Starbucks in malo modo”. Gian Maria ha precisato che quello è “l’unico Starbucks in Europa” che non accetta l’ingresso degli animali, in quanto non vi è alcuna recinzione. Sarebbe appunto questo il motivo per cui non è stato permesso alla De Lellis di entrare con il suo cagnolino. Lo Starbucks Reserve Roastery prevede che la preparazione degli alimenti e la tostatura stessa del caffè avvenga al centro del locale e che le sedute con i tavoli per il pubblico siano disposte attorno. 

Questo il racconto di Sainato: “A Giulia era già stato detto che non poteva, ma lei è entrata lo stesso. E la guardia l’ha invitata più volte ad andare fuori, lei ribatteva di continuo e la guardia le ha proprio detto ‘signora, deve andare’”. Il modello ha continuato il discorso andando contro l’atteggiamento che avrebbe assunto Giulia.,dicendo che “Le regole vanno rispettate”, indipendentemente dalla propria popolarità . Sicuramente la De Lellis non metterà più piede nel locale e forse nemmeno i suoi numerosissimi follower.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Non ho nulla contro la De Lellis ma sono dell'idea che le regole vadano rispettate, indipendentemente che si tratti di un personaggio famoso o meno. Anch'io ho un animale domestico che amo alla follia ma se un negozio vieta l'ingresso al mio quattro zampe, mi attengo alle regole senza far polemiche o dar sfogo alla mia rabbia sui social.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!