Iscriviti

Hugh Grant non sopporta i social media: “Staccherei la spina e basta”

L’attore britannico si è scagliato contro i social media, capaci di esercitare un’influenza spesso negativa sulle scelte dell’opinione pubblica. Dal suo punto di vista, questo genere di comunicazione andrebbe del tutto bandita.

Gossip
Pubblicato il 18 luglio 2019, alle ore 13:31

Mi piace
11
0
Hugh Grant non sopporta i social media: “Staccherei la spina e basta”

Hugh Grant, 58enne attore di origini inglesi, ha sparato a zero su quello che è il ruolo dei social media nel mondo dell’informazione. Intervenuto a My Favorite Episode, podcast molto celebre in Inghilterra, l’interprete di diverse commedie romantiche ha ancora una volta voluto sottolineare quello che è il ruolo deleterio dei social media sull’opinione pubblica.

Fortemente impegnato nella campagna denominata Hacked Off, il cui obiettivo è quello di promuovere una serie di riforme che regolamentino l’utilizzo dei mezzi di stampa, l’interprete di Quattro matrimoni e un funerale ha voluto sensibilizzare gli spettatori sulla pericolosità dei social media, da lui assimilati a dei veri e propri strumenti di propaganda online.

Accusati di essere il segno più evidente del trionfo della tecnologia sulla democrazia, Hugh Grant ha voluto invitare a non abbassare la guardia sulle notizie che circolano in rete. Non a caso secondo il suo punto di vista, Donald Trump non sarebbe riuscito ad essere eletto alla Casa Bianca senza la manipolazione di Facebook. Allo stesso tempo, anche la Brexit non avrebbe avuto luogo senza le notizie create ad arte e sapientemente diffuse sul web.

I social network vengono quindi visti come dei mezzi di diffusione di notizie manipolatorie, create al solo scopo di estorcere consensi, oppure di far cambiare idea su determinati temi sociali di primo piano. Come se poi non bastasse, l’eco di queste notizie è talmente ampio da raggiungere in poco tempo tutti gli internauti, anche quelli che vivono negli angoli più sperduti del nostro pianeta. Il gioco alla fine dei conti è sempre molto semplice: “Ora sta tutto nell’abilità della gente con abbastanza soldi e risorse di manipolare gli elettori con annunci ad hoc su Facebook”.

Alla luce di queste considerazioni, al giorno d’oggi diventa molto facile falsificare le notizie a proprio piacimento. La soluzione per mettere fine a questa dittatura delle mendacità sarebbe molto semplice: “Io staccherei la spina ai social media, e basta. Guardo ai pro e i contro, e per me i contro superano i pro. Avevamo vite assolutamente a posto prima dei social”. Ovviamente una simile richiesta sarebbe impossibile, pertanto spera che qualcosa possa però cambiare. “Quanto meno, vorrei togliere l’anonimato ai post dei social media”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Hugh Grant ha le sue ragioni: le fake news hanno una grande capacità di manipolare il pensiero degli internauti. Pensare però di chiudere i social network è impossibile: il progresso non può essere fermato. L’unica soluzione rimane quella di regolamentare il settore, pretendendo una maggiore trasparenza e affidabilità sulle fonti. Diversamente sarà il caos che in fine di conti permetterà agli speculatori senza scrupoli di scrivere tutto quello che vogliono.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!