Iscriviti

Gigi D’Alessio, la verità finora nascosta: "Hanno buttato i miei dischi nella monnezza"

Stanco di vedere i propri lavori discografici giudicati di cattiva qualità, il celebre cantautore napoletano Gigi D'Alessio ha trovato la forza di rivelare tutte le mortificazioni e le cattiverie subite nel corso della propria carriera.

Gossip
Pubblicato il 16 ottobre 2019, alle ore 17:39

Mi piace
13
0
Gigi D’Alessio, la verità finora nascosta: "Hanno buttato i miei dischi nella monnezza"

La mancanza di tatto e le provocazioni non fanno certo notizia, ma quanto raccontato dal cantautore partenopeo Gigi D’Alessio, che ha trovato i suoi dischi dell’immondizia, sì. Lo schietto ed estroverso 52enne napoletano si è concesso ad una intervista-fiume al popolare sito di cronaca Il Fatto Quotidiano, in concomitanza dell’uscita della sua ultima fatica discografica.

Un’intervista tutt’altro che stringata, durante la quale il cantante campano ha ripercorso la sua lunga e brillante carriera musicale. Una carriera, la sua, costellata da continue lotte contro i pregiudizi dei critici discografici italiani, verso i quali Gigi D’Alessio non l’ha mai data vinta.

Al giornalista del magazine “Il Fatto Quotidiano” l’artista partenopeo ha ammesso che tutti i suoi brani musicali siano stati oggetto di aspre critiche e spietati pregiudizi, sorti fondamentalmente per le sue origini meridionali. I critici musicali hanno, infatti, messo in discussione il suo concetto di musica, demolendolo deliberatamente.

Tra l’autoconsapevolezza e l’amarezza, Gigi D’Alessio ha confessato di aver subìto disapprovazione e antipatie gratuite, soltanto per la sua estrazione sociale. L’artista, inoltre, ha fatto una confessione inedita: “Per affrontare e superare le cattiverie che ho subìto, ho fatto leva sulla mia forza interiore che mi diceva di non mollare mai. Nei momenti difficili mi chiedevo ‘Perché questi parlano senza aver ascoltato il mio disco?’ poi ognuno di noi ha proprio gusto per carità, ma c’è stato chi prendeva il mio album e lo metteva subito nella munnezza.

Dopo i ripetuti insulti e le sconfortanti mortificazioni, il successo e la soddisfazione di esibirsi nei teatri più importanti al mondo, adesso Gigi D’Alessio viene apostrofato come uno dei più grandi interpreti della musica italiana e partenopea. Il 52enne napoletano ha trasformato molti dei suoi brani in indimenticabili tormentoni degli ultimi 20 anni, solleticando i gusti musicali di un vasto pubblico e soprassedendo sulle polemiche artistico-musicali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Gigi D'Alessio, affermato e popolare artista partenopeo, ha deciso di raccontare la propria tortuosa carriera musicale al magazine "Il Fatto Quotidiano". Personalmente ritengo che il cantautore abbia rivelato alcuni dettagli umilianti, con la speranza che le sue parole arrivassero a coloro che non hanno creduto in lui. Non tanto per rivalsa, quanto per far loro comprendere che i sacrifici altrui non possono esser demoliti impietosamente e con preconcetti immotivati.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

24 ottobre 2019 - 00:13:03

Povera monnezza...

0
Rispondi