Iscriviti

Francesca Cipriani furiosa: "Kebab aperti, italiani chiusi"

Francesca Cipriani ha criticato e documentato con dei video pubblicati su Instagram la surreale realtà milanese, dove i negozi di kebab sono aperti, mentre bar, ristoranti e pizzerie italiani restano chiusi.

Gossip
Pubblicato il 5 maggio 2020, alle ore 15:22

Mi piace
4
0
Francesca Cipriani furiosa: "Kebab aperti, italiani chiusi"

Francesca Cipriani, showgirl e co-conduttrice de “La Pupa e il Secchione”, ha infiammato i social non per le sue foto osé bensì per alcuni video che hanno documentato una realtà di Milano che sta facendo molto discutere, cioè quella dell’apertura dei negozi che vendono kebab, mentre ancora per molti ristoratori italiani ci sono le saracinesche abbassate.

L’esuberante Cipriani non le manda certo a dire e stavolta, a modo suo, ha voluto manifestare il suo dissenso per la riapertura di alcuni esercizi commerciali nella Fase 2 dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus, a discapito di altre realtà. La showgirl e opinionista di Barbara D’Urso ha pubblicato sul suo profilo Instagram alcuni video girati a Milano durante una breve passeggiata nella sua prima giornata post quarantena, due mesi passati in isolamento a casa.

L’ira di Francesca Cipriani

Nei video condivisi dall’ex concorrente de L’isola dei Famosi si è evidenziato come a Milano siano aperti i kebab ma non ristoranti e bar italiani. Perché? Questa è la domanda che si pone la showgirl, ma anche tanti suoi follower che hanno puntato il dito contro questa ennesima distonia relativa alla Fase 2. Francesca ha raccontato di essere uscita di casa alla ricerca delle ormai preziosissime mascherine – non solo perché non si trovano, ma anche perché sono vendute spesso a prezzi astronomici – ma lungo il tragitto per recarsi in farmacia si è resa conto della situazione surreale che si è palesate davanti ai suoi occhi.

Se la riapertura al pubblico di negozi, bar e ristoranti non è prevista nella fase 2, bensì i primi di giugno, per quale motivo i kebab sono aperti? E’ bene precisare che dal 4 maggio gli esercenti possono aprire solo vendendo cibo da asporto o per la vendita a domicilio. Insomma all’interno del locale non può sedersi alcun cliente. Stando a quanto si apprende, i negozi che hanno aperto il larga parte sono kebab e negozi di alimentari etnici. Ad attestarlo il video della Cipri, che senza tanti giri di parole ha detto la sua come una furia: “Kebab e pizza, loro sono aperti, però i bar italiani sono chiusi, come mai? Se io voglio comprarmi un toast o un gelato è chiuso, quindi solo un kebab potete mangiare, complimenti!“.

Parole dure, ma che hanno trovato l’approvazione di tanti utenti social, che in questo momento stanno esprimendo il dissenso per il ritardo con cui molte categorie commerciali apriranno, mettendo così in ginocchio l’economia di interi settori, che invece sarebbero pronti ad aprire già da ora, rispettando tutte le misure di sicurezza. Per molte categorie, come ad esempio quella degli albergatori, mancano invece i protocolli, pertanto ancora ad oggi gli operatori del settore sono incerti sul da farsi, rischiando di non aprire per niente e pregiudicando la stagione turistica.

La Cipriani ha documentato giorno dopo giorno anche la sua lunga quarantena, tra le ultime Instagram stories anche quelle in cui si è improvvisata parrucchiera, tagliandosi i capelli da sola. Come sappiamo anche i centri estetici e i parrucchieri saranno tra gli ultimi ad aprire, quindi nell’attesa la Cipriani ha fatto da sola.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Francesca Cipriani stavolta ha ragione. Va bene che i kebabari vendono in larga misura cibo da asporto, ma è a dir poco fastidioso vedere che ancora oggi i nostri bar, ristoranti e pizzerie devono restare chiusi ancora per molto tempo. Inaccettabile. Francesca ha voluto condividere con i suoi followers il surreale della nostra quotidianità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!