Iscriviti

Fiorella Mannoia, arrestata la stalker che la perseguitava da anni: le prime dichiarazioni della cantante

Fiorella Mannoia rompe il silenzio dopo l'arresto della persona che da anni aveva deciso di irrompere nella sua vita e perseguitarla costantemente: ecco le dichiarazioni della cantante.

Gossip
Pubblicato il 2 agosto 2019, alle ore 10:24

Mi piace
4
0
Fiorella Mannoia, arrestata la stalker che la perseguitava da anni: le prime dichiarazioni della cantante

Fiorella Mannoia è stata vittima per anni di una stalker che non le lasciava tregua, invadendo la sua vita privata e arrivando a citofonarle in piena notte. La donna, con la scusa di essere una sua sfegatata fan, arrivava a farle dele richieste assurde, del tipo: “Non voglio perdere un concerto. Dammi soldi o biglietti gratis“. Poi passava agli insulti che, in maniera inquietante, venivano accompagnati da parole di ammirazione: “Sei unica“.

Un anno fa era scattato un ordine restrittivo, secondo il quale la 31enne non poteva avvicinarci alla cantante e nemmeno comunicare con lei. Ma questo ordine è durato solo 6 mesi, passati i quali la situazione non è per niente cambiata, anzi sembrava essere addirittura peggiorata, in quanto la staker è arrivata anche a contattare la nipote e la sorella della Mannoia, insieme ai vicini di casa, anche loro raggiunti e disturbati in piena notte.

Non è la prima volta che la cantante deve fare i conti con questioni legate allo stalking: due anni fa un’anziana residente nel suo stesso condominio, aveva iniziato a perseguitare la figlia della sorella: “Sbatteva a tutte le ore un bastone alle pareti. Si attaccava al citofono insistentemente” e afferma che era arrivata a installare delle telecamere nell’androne del condominio per controllare le sue vittime. La donna era poi stata condannata.

Le dichiarazioni di Fiorella Mannoia dopo l’arresto della stalker

Al momento, la stalker della Mannoia è in stato di fermo e la pm Eleonora Fini ha sollecitato una richiesta di arresto, nelle prossime ore la donna verrà interrogata dalle Forze dell’Ordine. In seguito alla situazione attuale, la Mannoia ha deciso di commentare l’accaduto sulla sua pagina Instagram: “E’ successo quello che non avrei mai voluto accadesse, ma la ragazza non mi ha dato scelta“, esordisce così nel suo sfogo.

Sono anni che cerco di arginare questa sua ossessione, non c’entrano i concerti, né i biglietti, eccetto il giorno in cui è venuta a casa mia cercando di buttare giù la porta, non me li aveva mai chiesti. La sua ossessione era entrare nella mia vita”, confermando quello che è un denominatore comune a tutti gli stalker e cioè l’ossessione che provano per le loro vittime, che non c’entra niente con le parole ammirazione, amore o stima.

Pur con tutta l’amarezza che di certo starà provando, la Mannoia dimostra anche tantissima umanità: “Sono cose molto dolorose, che non avrei mai voluto rendere pubbliche, perché derivano da un disturbo. Mi dispiace per lei, per me, per la sua famiglia e per la mia e per tutti quelli coinvolti in questa triste storia”, presa dallo sconforto per essere dovuta arrivare ad un epilogo della triste storia che avrebbe voluto senza dubbio evitare o rendere diverso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - La situazione che ha dovuto affrontare Fiorella Mannoia è davvero terrificante. Penso che ci si possa sentire davvero in pericolo quando si è vittime di stalking. La cantante ha fatto la cosa più giusta rivolgendosi alle forze dell'ordine, così da evitare che la storia prendesse pieghe ancora più tragiche e irrimediabili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!