Iscriviti

Fedez querelato per diffamazione dalla giornalista autrice del libro su Matteo Salvini

Chiara Giannini, giornalista di Libero e autrice del libro su Matteo Salvini ha querelato Fedez per diffamazione; per questo il rapper dovrà andare a processo.

Gossip
Pubblicato il 17 giugno 2019, alle ore 22:04

Mi piace
7
0
Fedez querelato per diffamazione dalla giornalista autrice del libro su Matteo Salvini

Il prossimo 5 dicembre Federico Leonardo Lucia, vero nome del cantante Fedez, dovrà comparire davanti al Tribunale di Livorno per difendersi dall’accusa di diffamazione proposta contro di lui dalla giornalista di Libero Chiara Giannini, la quale sarebbe stata definita “giornalaia” dal rapper.

Il motivo per il quale è stato querelato risale al 2015, quando la giornalista in un articolo ha raccontato il concerto del rapper tenuto alla Capannina di Viareggio in maniera non positiva. Nello specifico scrisse che il concerto durò troppo poco e che addirittura il rapper cantando in playback aveva preso in giro i suoi fan che erano lì ad ascoltarlo; infine, sempre secondo la giornalista di Libero, nella sala che poteva contenere solo 1500 persone i presenti erano 3000 e una bambina di otto anni si sentì male per la ressa.

Alla giornalista  aveva risposto l’uffico stampa del cantante, nella persona di Elisabetta Soldati, smentendo tutte le accuse, mentre Fedez sui social aveva definito “non veritiero” l’articolo della Giannini, la quale, sempre sui social, aveva dichiarato di essere una giornalista iscritta all’ordine. Ad animare gli animi già riscaldati era intervenuto anche il Ministro degli Interni Matteo Salvini, che su Twitter ha dato un abbraccio di solidarietà alla giornalista ed un abbraccio anche “all’impavido artista” Fedez, che ha cantato 10 canzoni in venti minuti, al prezzo d’ingresso di ben 35 euro e che poi quando per la ressa qualcuno si è sentito male è rimasto chiuso in bagno in attesa che si tranquillizzasse la situazione.

A questo punto a Salvini Fedez ha risposto: “Quindi una giornalista riporta notizie false su un cantante e Salvini corre a difenderla? Quelle che si chiamano le priorità del paese eh“, mentre alla giornalista Giannini ha replicato: “In playbak ci canta vostra madre. La rivincita dei giornalai“. La giornalista, dopo avergli dato del “pischello livoroso”, lo ha invitato ad andare con lei in Afghanistan, mentre Fedez ha replicato che passare dal fare la giornalista inviata di guerra a fare finti scoop era una “brutta fine“.

Questo scambio di battute è costato a Fedez una querela per diffamazione da parte della giornalista Chiara Giannini per averle dato della “giornalaia” e per averla accusata di aver scritto su di lui un articolo falso e che inoltre non potendo sostenere le contestazioni si sarebbe cancellata dai social per farsi difendere dal Ministro Salvini. Inoltre la giornalista è diventata nota perché autrice del libro proprio su Matteo Salvini.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Liliana Morreale

Liliana Morreale - Le dichiarazioni sui social tra Fedez e la giornalista Giannini credo fossero pesanti da entrambe le parti: sia "giornalaia" che ha fatto un brutta fine perché fa finti scoop, sia accusare un cantante di non cantare dal vivo ai suoi concerti e di chiudersi in bagno per paura sono frasi pesanti. Fedez però su Salvini ha ragione, le priorità di un Ministro della Repubblica sono ben altre.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!