Iscriviti

Evasione fiscale per Gianna Nannini: sequestrata villa di Siena

Sequestrata la villa di Siena di Gianna Nannini che è stata accusata di evasione fiscale per circa quattro milioni di euro. La cantante ha creato delle società fittizie in Olanda e In Irlanda per frodare lo Stato Italiano e non pagare le royalties musicali

Gossip
Pubblicato il 7 aprile 2014, alle ore 15:01

Mi piace
0
0
Evasione fiscale per Gianna Nannini: sequestrata villa di Siena

E’ stata sequestrata la villa di Siena di Gianna Nannini dalla Guardia di Finanza. L’ordine di sequestro è stato firmato da Luigi Criscione, Giudice per le Indagini Preliminari della Procura di Milano. La cantante è stata accusata di evasione fiscale per circa quattro milioni di euro per il periodo che riguarda il 2007 e il 2012. A destare l’attenzione della Guardia di Finanza sono state le due società aperte dalla Nannini, una di diritto irlandese e una di diritto olandese, che secondo le indagini risulterebbero fittizie, cioè create al solo scopo di avere una tassazione agevolata per gli introiti derivanti dalla vendita dei dischi e dei concerti (royalties musicali).

La Procura di Milano ha contestato alla cantante una detrazione di costi dalla dichiarazione dei redditi che non riguarderebbero l’allestimento dei palcoscenici per i concerti, ma sarebbero spese sostenute per lavori effettuati nella sua casa di Piacenza. Si tratta di un casale che si trova vicino a Bettola, paese natale di Pierluigi Bersani, e la cifra contestata si aggira sui centoventiseimila euro. L’evasione maggiore riguarda, invece, l’acquisto di un appartamento a Londra, nella zona di South Kensigton, che sarebbe, sempre secondo gli inquirenti, la residenza londinese della Nannini e non adibita ad uso di foresteria come dichiarato dall’interessata, che continua ad affermate che tale locale serviva per ospitare i suoi collaboratori di passaggio nella capitale inglese.

La Guardia di Finanza ha effettuato delle indagini accurate e avrebbe le prove dell’evasione fiscale, infatti analizzando il computer della società milanese della donna, la Gng Musica srl, risulta che sia stata proprio Gianna Nannini a scegliere di persona l’appartamento, arredandolo a suo gusto e decidendo su ogni singolo dettaglio, anche la domestica è stata da lei personalmente scelta. Ci sono altre email che inchiodano la cantante e dimostrano che la proprietà inglese fa parte delle disponibilità personali della Nannini.

Naturalmente i suoi legali stanno preparando le carte per chiedere il dissequestro della proprietà di Siena composta da villa, scuderia, autorimesse e magazzino.

Con Gianna Nannini si allunga la lista dei vip che incappano nell’evasione fiscale tra cui i più noti sono lo stilista Valentino, Amanda e Stefania Sandrelli, Valentino Rossi, Renato Zero, Tiziano Ferro e potrei continuare all’infinito. E si tratta di evasioni di milioni di euro, cifre che la povera gente può solo sognare. La differenza è che le persone normali spesso non pagano perché non hanno i soldi e si suicidano per la vergogna, mentre i vip evadono perché sono ingordi di denaro e non pensano che in un momento del genere ognuno deve fare la sua parte.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!