Iscriviti

Elena Santarelli: stop alla terapia, la salute del figlio Giacomo

Elena Santarelli si confessa a TV Sorrisi e Canzoni, rivelando di aver da poco terminato la terapia di recupero di suo figlio Giacomo e parlando della sua salute.

Gossip
Pubblicato il 9 giugno 2020, alle ore 17:10

Mi piace
9
0
Elena Santarelli: stop alla terapia, la salute del figlio Giacomo

Nonostante sia molto presente sui social, negli spot televisivi, in tv e in tutto il mondo dello spettacolo, nonostante la si veda sempre felice e allegra, Elena Santarelli nella sua vita privata appare molto più introversa, ma soprattutto il suo stato d’animo è ben lontano dall’essere spensierato. Come è noto infatti, la donna ha dovuto lottare per salvare suo figlio da un tumore cerebrale.

Una volta appresa la notizia, la Santarelli, dopo lo sconforto iniziale, non si è data per vinta ed insieme a suo marito ha combattuto fino in fondo per salvare il piccolo Giacomo, dell’età di 10 anni. Oggi il bambino, come fortunatamente confessa la Santarelli in una recente intervista a TV Sorrisi e Canzoni, è completamente guarito.

La donna afferma che quello che si attende ora è il ripristino del sistema immunitario, che ha comunque subito un forte calo a causa dei farmaci utilizzati per guarire Giacomo, ma col tempo tutto divrebbe tornare alla normalità, dando a Giacomo una nuova vita. Allo stesso tempo però per la Santarelli, nonostante il suo carattere forte, ci sono stati momenti in cui ha avuto un forte crollo emotivo ed ha sentito il bisogno di affrontare un percorso terapeutico, che sembra si sia concluso da poco.

La donna infatti afferma che non dimenticherà mai il bip dei macchinari negli ospedali pediatrici: “La mia vita su Instagram è tutta sorrisi”, ha spiegato, “ma il bip bip del macchinario a cui i bambini sono attaccati negli ospedali ce l’ho sempre in testa. Ora ci penso e mi addormento, prima non dormivo“.

Enorme è stato il supporto che Elena ha dato a tutti i genitori che versavano nella sua stessa situazione, ma a volte, come si sa, anche i più forti crollano. Oggi per la Santarelli sembra che il peggio sia passato, ma ha anche confessato che ci sono momenti in cui avrebbe ancora bisogno della terapia: “L’ho finita ma ogni tanto sento il bisogno di aggiustare il tiro“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carmine Solmonese

Carmine Solmonese - Non è semplice, anzi è davvero difficile avere il coraggio di sapere e potere affrontare un male così potente, soprattutto quando c'è di mezzo la vita di un figlio, di un bambino innocente. Per fortuna il piccolo oggi sta bene e tutta la famiglia ora deve solo concentrarsi nel riprendere in mano la propria vita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!