Iscriviti

Dramma per Sinead O’Connor: il figlio 17enne della cantante muore per suicidio. "Ora è con Dio"

Lutto per Sinead O'Connor dopo che il figlio 17enne Shane è morto per suicidio. L'adolescente era scomparso da due giorni, e la cantante minacciava di fare causa all'ospedale che lo ha perso di vista nonostante avesse dimostrato intenti suicidi.

Gossip
Pubblicato il 8 gennaio 2022, alle ore 12:43

Mi piace
3
0
Dramma per Sinead O’Connor: il figlio 17enne della cantante muore per suicidio. "Ora è con Dio"

Si è conclusa in tragedia la scomparsa del figlio 17enne di Sinead O’Connor, che era stato segnalato come disperso due giorni fa. La cantante irlandese ha confermato la notizia che i Shane “ha deciso di porre fine alla sua lotta terrena, in un tributo postato su Twitter per il “bellissimo” figlio dagli occhi blu.

Un portavoce della polizia ha confermato: “In seguito al recupero di un corpo nell’area di Bray a Wicklow venerdì 7 gennaio 2022, abbiamo fermato le ricerche per la scomparsa di Shane O’Connor“. Shane era nato dalla relazione della cantante di “Nothing Compares to You” e il cantante folk Donal Lunny. “Il mio bellissimo figlio, Nevi’im Nesta Ali Shane O’Connor, la vera luce della mia vita, ha deciso di porre fine alla sua lotta terrena oggi e ora è con Dio. Possa riposare in pace e che nessuno segua il suo esempio. Il mio bambino. Ti amo così tanto. Spero che tu sia in pace“, ha scritto la cantante 55enne su Twitter.

Shane, uno dei quattro figli della cantante insieme a Jake Reynolds, Roisin Waters e Yeshua Francis Neil Bonadio, era stato segnalato come scomparso giovedì ed era stato avvistato per l’ultima volta venerdì a Dublino. Subito dopo la scomparsa del figlio, Sinead aveva minacciato di fare causa all’ospedale di Tallaght se qualcosa fosse successo al figlio, dato che il giovane era scomparso dall’ospedale mentre era sottoposto a vigilanza per aver dimostrato intenti suicidi.

Come è possibile che un 17enne traumatizzato che era sotto vigilanza per suicidio all’ospedale di Tallaght sia scomparso? L’ospedale nega ogni responsabilità ovviamente. Se succederà qualcosa a mio figlio farò causa. Voglio sapere perché il reparto che doveva sorvegliare a vista mio figlio sia riuscito a farselo scappare quando solo una settimana fa ha tentato il suicidio due volte“, aveva scritto la cantante venerdì prima della tragica notizia del ritrovamento del corpo del figlio.

Sinead, che nel 2018 ha cambiato il suo nome in Shuhada’ Davitt dopo la conversione all’Islam, ha postato su Twitter una canzone di Bob Marley dedicata a Shane. “Questa è per il mio Shaney. La luce della mia vita. La lampada della mia anima. Il mio bambino dagli occhi azzurri. Sarai sempre la mia luce. Saremo sempre insieme. Nessun ostacolo ci può separare“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Mi dispiace veramente tantissimo, lei è una donna che ha sofferto tantissimo e spero che questo episodio non la faccia di nuovo crollare. Nessun genitore dovrebbe vivere abbastanza da vedere un figlio morire, è assolutamente contrario all'ordine naturale che dovrebbe avere la vita. Tantissime condoglianze alla famiglia di questo giovane.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!