Iscriviti

Chef Rubio lascia i social, "Se ci tappano la bocca è perché diciamo scomode verità"

Chef Rubio ha deciso di lasciare i social di Zuckerberg spiegando il suo gesto ai fan. L'uomo era molto attivo in rete, ma adesso cambia pagina ed elimina definitivamente Facebook, Whatsapp e Instagram.

Gossip
Pubblicato il 26 giugno 2020, alle ore 15:52

Mi piace
7
0
Chef Rubio lascia i social, "Se ci tappano la bocca è perché diciamo scomode verità"

Gabriele Rubini è un personaggio televisivo ed ex rugbista. Il suo nome d’arte è Chef Rubio e deve la sua fama soprattutto al programma televisivo “Unti e Bisunti“, in cui lo si vede in veste di conduttore e cuoco. Il pubblico lo ha potuto vedere in vari programmi e spot pubblicitari. Spesso l’uomo avvia campagne solidali e altre volte è motivo di gossip a causa del suo atteggiamento.

Chef Rubio, infatti, usa spesso i social per criticare il comportamento di alcuni esponenti politici da lui ritenuti non all’altezza del ruolo. Rubio è molto seguito online, dove spesso condivide momenti della sua vita. Adesso però ha deciso di eliminare tutti i suoi profili dai social di Mark Zuckerberg. Secondo l’uomo, questi social non garantirebbero la sua libertà di opinione.

Il suo addio social è stato annunciato in rete dove ha scritto: “Da oggi inizia la mia disobbedienza social sulle piattaforme di Mark Zuckerberg. Addio Instagram, Facebook e Whatsapp“. Ha aggiunto che rimarrà attivo su altre piattaforme come Twitter. Ha poi proseguito dicendo: “Se ci tappano la bocca è perché diciamo scomode verità“. Ha concluso dichairando che i suoi profili rimarranno per altri 7 giorni, così da poter raggiungere altre persone con le sue parole e che poi verrà cliccato il tasto elimina.

In merito alla questione social, Gabriele Rubini ha anche rilasciato un’intervista a Wired, in cui ha dichiarato: “Lo shadow ban ha riguardato principalmente i miei contenuti contro l’occupazione della Palestina (…) viene penalizzata anche la visibilità delle mie stories. È una censura inaccettabile che viola il diritto di espressione”.

Lo shadow ban è un meccanismo applicato da alcuni social che impedisce di visualizzare contenuti con hashtag ritenuti spam. Secondo il cuoco italiano però, i social avrebbero oscurato i suoi contenuti sulla Palestina e impedito di diffonere i suoi messaggi. Non ha però detto di voler eliminare completamente la sua presenza sui social, eliminerà solo le piattaforme di Zuckerberg: “Cambio solo campo di gioco. La vita vera è là fuori”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Venditti

Chiara Venditti - Personalmente mi piace il personaggio creato da Gabriele Rubini. Spesso però non capisco se ciò che decide di fare è un modo per far parlare di sé o se veramente crede in ciò che fa. Preferisco credere alla bontà delle persone e ammirare l'uomo per le molte azioni benevole e le campagne sociali che avvia, anche se a volte usa atteggiamenti e termini che non condivido.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!