Iscriviti

Celentano a Sgarbi: “Sei un demente”. Lui gli risponde: “Sei il nulla, ignorante”

Botta e risposta tra il Molleggiato e il critico d’arte più famoso d’Italia. La querelle è nata nel momento in cui sulle colonne de "Il Giornale” Celentano ha dato del demente a Sgarbi. Vediamo meglio il perché.

Gossip
Pubblicato il 8 febbraio 2018, alle ore 16:17

Mi piace
19
0
Celentano a Sgarbi: “Sei un demente”. Lui gli risponde: “Sei il nulla, ignorante”

Quello che è andato recentemente in scena è un vero e proprio scontro tra titani. Da una parte troviamo Adriano Celentano, uno dei cantanti più celebri del mondo della musica italiana, mentre dall’altra non poteva mancare Vittorio Sgarbi, critico d’arte conosciuto per le sue esternazioni spesso al di sopra delle righe.

I dissapori tra i due nascono nella trasmissione Piazza Pulita, dove Vittorio Sgarbi, in collegamento, interviene sul tema della baby gang. Intervistato a tal proposito, l’opinionista non ha nascosto il disappunto per l’inchiesta precedentemente mandata in onda, ritenuta troppo cruda e diseducativa, in pieno stile Gomorra. Corrado Formigli, il conduttore del programma trasmesso su La7 non ha gradito, rispondendo che le sue dichiarazioni altro non erano che cretinate.

A quel punto Sgarbi è esploso tuonando che “trasmissioni come questa sono una rovina, sei uno str***, un fascista”. Formigli aveva quindi chiesto di togliere l’audio all’ex deputato di Forza Italia, concludendo “sei come in un acquario, parli ma non ti sentiamo. Ma con chi credi di avere a che fare?”.

Ed è a questo punto della vicenda che entra in ballo la figura di Adriano Celentano. Testimone di quanto accaduto, ha deciso di dire la sua. Per farlo ha scelto le colonne de Il Giornale. Qui non solo ha difeso Di Maio dagli attacchi precedentemente lanciati da Sgarbi, ma lo ha accusato di essere un demente. Definitosi poi un grillino della prima ora, ha preso le parti di Formigli, concludendo “eh no Sgarbi, lo str*** sei tu…”.

Dato il tenore delle accuse, Vittorio Sgarbi non poteva certo trattenersi dal controbattere. E lo ha fatto come meglio sa fare, in altre parole come un fiume in piena. “Poverino. Anziano e orgogliosamente ignorante. Le persone consapevoli dicono fino all’ultimo giorno: ancora imparo. Celentano è contento di essere ignorante ed esalta il suo nipotino di Maio che sbaglia tutti i congiuntivi”. La risposta si è fatta poi ancora più aspra. “Tu, soffocato dal danaro, vivi solo di retorica, hai perso l’anima, l’autonomia di giudizio, sei il nulla. Ti confesserò che ammiro più Ornella Vanoni di te. Ornella mi ha chiamato e mi ha dato ragione”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Quella tra Sgarbi e Celentano è una sfida all’ultimo sangue. Celentano ha deciso di dire la sua mettendosi a rischio di subire l'onda in piena di Sgarbi, che in queste circostanze arriva con la puntualità di un orologio svizzero. Ognuno sarà libero di schierarsi a favore di uno o dell’altro, resta il fatto che come conseguenza del trambusto sollevato, il tema assai più importante delle baby gang è per forza di cose passato in secondo piano.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!