Iscriviti

Carlo Conti: "Siamo fortunati, non c’è nulla di cui lamentarsi"

Il presentatore toscano ha parlato dell'attuale momento, sottolineando che il suo pensiero va ai medici, agli infermieri, alle famiglie numerose che vivono in 40 metri quadrati e alle persone che non riescono a fare la spesa.

Gossip
Pubblicato il 17 aprile 2020, alle ore 18:29

Mi piace
3
0
Carlo Conti: "Siamo fortunati, non c’è nulla di cui lamentarsi"

Carlo Conti è stato protagonista di unintervista a distanza aTv Sorrisi E Canzoni, dove ha spiegato come sta vivendo l’attuale quarantena. Il conduttore ha fatto notare di essere fortunato, ponendo l’accento sul rapporto speciale con il figlio. Prima dell’inizio dell’intervista, il conduttore ha voluto fare una premessa attraverso queste parole: “Chi come me è fortunato, sta bene, ha la sua famiglia accanto, ha disponibilità, ha una casa comoda, ha addirittura uno spazio esterno”.

Allo stesso tempo ha precisato che deve essere fatto un plauso ai medici, agli infermieri, ai volontari, ma non ha dimenticato altre categorie. Lo dimostrano queste dichiarazioni: “Il pensiero va alle persone che hanno una famiglia numerosa e vivono in 40 metri quadrati e a quelli che cominciano a sentire il peso economico e non arrivano a fare la spesa”.

La speranza del conduttore toscano

Nel corso della chiacchierata, Conti ha dichiarato di avere la possibilità di trascorerre maggior tempo con la moglie e il figlio: “Il tempo vola, specialmente con un bambino piccolo”. Ha rivelato inoltre come trascorrono le loro giornate: “E’ Matteo che scandisce gli orari, ha sei anni e stando dietro a lui le giornate passano velocissime”.

Poi si è concentrato sui suoi compiti domestici: “Due volte alla settimana vado a fare la spesa in un negozietto qui vicino”. Carlo Conti ha parlato anche dei suoi programmi, sottolineando il dialogo continuo con il direttore di rete: “Ci sentiamo per capire cosa fare nei prossimi mesi, poi faccio delle riunioni con i miei autori in videochiamata e parliamo delle idee che abbiamo nel cassetto”.

Il presentatore ha evidenziato la speranza che si possa tornare alla normalità dal mese di settembre per quanto riguarda la stagione televisiva. Queste le dichiarazioni al riguardo: “L’eredità senza pubblico si può fare, come pure Tale e quale, ma voglio sperare che a settembre tutto sarà tornato alla normalità”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Ritengo giuste le dichiarazioni di Carlo Conti ed è vero quando dice che le persone più importanti della sua vita sono accanto a lui. La speranza è che finisca quanto prima questa emergenza, anche per rivederlo al timone dei suoi storici programmi, che hanno sempre appassionato milioni di spettatori italiani.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!