Iscriviti

Carlo Conti apre il suo cuore: "Frizzi ha accelerato le mie convinzioni. Maria De Filippi? Una fuoriclasse della tv"

Carlo Conti ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano e ha aperto completamente il suo cuore, rivelando fatti inediti della sua carriera e nuovi progetti per il futuro.

Gossip
Pubblicato il 21 marzo 2019, alle ore 09:26

Mi piace
10
0
Carlo Conti apre il suo cuore: "Frizzi ha accelerato le mie convinzioni. Maria De Filippi? Una fuoriclasse della tv"

Carlo Conti è sulla linea di partenza per riprendere in mano le redini de “La Corrida“, lo storico programma portato in auge dall’indimenticabile Corrado Mantoni. A Tal proposito rivela che la valletta della trasmissione sarà Ludovica Caramis, scelta perché: “Prima di tutto perché è bellissima, parla bene e mi sembrava perfetta anche come contraltare alla valletta presa dal pubblico. Aveva già lavorato con me all’Eredità e ho pensato fosse quella giusta”. Continua poi l’intervista al Fatto Quotidiano tra confidenze e ricordi del passato.

Rivela che, in giovane età, ha deciso di lasciare il posto fisso in banca per rincorrere i suoi sogni nel mondo dello spettacolo, una cosa che ha scosso non poco la sua mamma: “Ho lasciato il famoso certo per l’incerto, per fortuna ho avuto ragione”. Arriva poi il momento della famiglia, dopo molti tira e molla, lui e sua moglie Francesca tornano insieme in maniera definitiva: “La prima cosa fantastica è aver ripreso al volo mia moglie (…) la seconda è quella di aver messo su famiglia che per me rappresenta la base di tutto“.

Carlo Conti, l’amore per la sua famiglia e il ricordo dell’amico Frizzi

E proprio grazie alla loro unione è arrivato Matteo, il figlio tanto desiderato da entrambi: “Matteo si chiama così perché vuol dire dono di Dio, lo considero un dono di Dio. È stato lo spettacolo più bello che abbia mai fatto”, precisa con emozione e infinita amorevolezza. Conti cerca di imparare il mestiere del padre giorno dopo giorno, con tutti i dubbi e le incertezze che il lavoro più difficile del mondo, crea in tutti i genitori: “Non so se uno fa il babbo prendendo spunto dal suo babbo, nel bene o nel male. Io me lo sto inventando questo mestiere, lo faccio con il cuore e seguendo l’istinto. Con tanto amore, un pizzico di severità e con la voglia di insegnargli certi valori fin da piccolo”.

Non poteva mancare un ricordo speciale per il suo grandissimo amico Fabrizio Frizzi, scomparso all’improvviso per un male incurabile, che ha lasciato in Carlo un vuoto difficile da colmare. Conti rivela che la morte dell’amico lo ha fatto riflettere molto, e ha capito quanto importante fosse per lui dedicare più spazio ai suoi affetti: “La sua scomparsa ha accelerato le mie convinzioni, ci pensavo già. Mi sono sposato e con la nascita di Matteo si passa dall’io al noi, cambia il tuo modo di vivere. Quello che è successo a Fabrizio mi ha convinto ancora di più ad aumentare l’attenzione sul noi”.

La grande stima per Maria De Filippi

Passa poi a parlare della tv e conferma la stima che ha sempre avuto per Maria De Filippi, ricordando l’avventura vissuta insieme al Festival di Sanremo, durante il quale Conti rivela che la Regina di Canale 5 si è fidata ciecamente di lui: “Maria è una fuoriclasse della tv, dietro e davanti alle telecamere. La nostra amicizia si è consolidata nel corso di quel Sanremo, mi ha dimostrato una grande stima. Si è fidata di me, quando stimi qualcuno sei sempre pronto a lavorarci insieme”.

Sulle voci che corrono di una possibile collaborazione futura con Amadeus a Sanremo, Conti non si sbottona più di tanto, ma rivela che la stima per il collega gli farebbe accettare la proposta senza ombra di dubbio: “Non ne sono nulla, credo sia tutto prematuro. Lasciamo che le cose arrivino, deciderà l’azienda. Sono molto contento che qualcuno si sia finalmente reso conto che Amadeus è fortissimo non solo nei quiz ma anche nelle prime serate”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Carlo Conti è proprio un personaggio d'altri tempi, composto elegante, ma con una comicità innata che lo rende simpatico sia alle generazioni del passato, sia ai giovani. La sua carriera è partita insieme a Panariello e Leonardo Pieraccioni, quindi la sua indole comica da buon toscanaccio non lo abbandonerà mai.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!