Iscriviti

Bradley Cooper in quarantena molti mesi con la madre: "Ha una sacca da colostomia, Covid pericoloso"

Bradley Cooper ha raccontato il suo stato di quarantena che dura ormai da molti mesi e ha spiegato come mai ha deciso di rinchiudersi nel suo appartamento di New York.

Gossip
Pubblicato il 2 settembre 2020, alle ore 12:55

Mi piace
9
0
Bradley Cooper in quarantena molti mesi con la madre: "Ha una sacca da colostomia, Covid pericoloso"

Bradley Cooper ha vissuto una quarantena durata molti mesi e ha rivelato solo ora il vero motivo che lo ha spinto a non uscire dal suo appartamento di New York dove abitava con la madre, la figlia Lea, nata dall’unione con Irina Shayk,e due suoi cani. Un motivo serio che ha allarmato non poco l’attore, facendogli prendere questa decisione.

La madre Gloria Campano, nata in Italia, ha quasi 80 anni – spiega l’attore – e per questo motivo ha pensato di non mettere a rischio la sua incolumità con comportamenti rischiosi. Massima prudenza quindi per Cooper che, oltre all’età avanzata della madre, fa sapere che la donna ha anche una patologia che renderebbe molto rischioso per lei contrarre il Coronavirus: “Ha quasi 80 anni e una sacca da colostomia, quindi non ho potuto far entrare nessuno a casa. E non sono potuto uscire: se prende il Covid, è finita”.

Bradley Cooper svela il perché della sua lunga quarantena

Queste dichiarazioni danno la giusta misura per poter capire quanto non vada preso sottogamba il rischio di un eventuale contagio e come debbano essere rispettate le norme di sicurezza, non solo per la nostra salute ma pensando a chi sta lottando con determinate patologie, come nel caso della madre di Cooper.

Per fortuna l’attore e la sua famiglia hanno potuto godere di un cortile dove riuscivano a prendere una boccata d’aria, inoltre per tenere impegnata la figlia Lea, ha improvvisato lezioni di nuoto: “Ho aperto una specie di scuola materna individuale: al mattino le davo lezioni di nuoto nella vasca da bagno”, e le visite della mamma Irina hanno alleggerito non poco l’isolamento forzato.

I rapporti tra i due, per la gioia della loro bimba, sono rimasti sereni e questo ha permesso a Irina di andare a trovare la sua bimba e di fermarsi con lei molte ore prima di ripartire a causa di impegni improrogabili.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - E' stata pesante per tutti questa quarantena e senza dubbio con la preoccupazione di dover difendere anche una persona cara da un eventuale contagio, sarà stata ancora più stressante. Chissà quante famiglie hanno vissuto lo stesso dramma e con situazioni anche molto meno agiate, rispetto a quella di Bradley Cooper.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!