Iscriviti

Barbara D’Urso e Maria De Filippi attaccate da un collega: "In galera per spaccio di demenza"

Le conduttrici Maria De Filippi e Barbara D'Urso sono state duramente attaccate da un collega, il quale non si è risparmiato nell'utilizzare parole al vetriolo ad indirizzo delle due.

Gossip
Pubblicato il 15 aprile 2020, alle ore 13:10

Mi piace
7
0
Barbara D’Urso e Maria De Filippi attaccate da un collega: "In galera per spaccio di demenza"

Maria De Filippi e Barbara D’Urso sono due, se non le due conduttrici più amate e apprezzate della televisione italiana. Entrambe pietra miliare in casa Mediaset, le loro trasmissioni macinano successi su successi e il pubblico non perde occasione per mostrare loro affetto e stima. Maria De Filippi, grazie a “Uomini e Donne“, “C’è posta per te” e “Amici” si conferma leader negli ascolti; la D’Urso con i suoi “Pomeriggio 5“, “Live- non è la D’Urso” e “Domenica Live“, viene premiata costantemente.

Nonostante i successi però gli attacchi non mancano, d’altronde si sa non si può certo piacere a tutti e così anche la De Filippi e la D’Urso sono state vittima di parole non proprio carine, espresse nei loro riguardi da parte di un collega. A scagliarsi contro le due è stato il conduttore e musicista Pino Scotto, il quale intervistato da “Rolling Stone” non ha perso occasione per dire la propria.

Nello specifico ciò che non gradisce Scotto è il tipo di televisione proposto da Queen Mary e dalla D’Urso, comunemente definito trash. A tal proposito Pino ha dichiarato: “Il problema sono le persone che le guardano, ‘ste str*nzate. Come quelli che parlano, parlano e poi il programma di Barbara d’Urso è seguitissimo. La D’Urso e la De Filippi le metterei in galera per spaccio di demenza“.

Parole dure e forti quelle utilizzate dal presentatore, facendo addirittura riferimento alla reclusione delle due conduttrici per la proposizione di un tipo di televisione, a detta di Scotto, demenziale. Pino si è poi riallacciato alla bufera di cui la D’Urso è stata vittima nei giorni scorsi, dove dopo aver recitato la preghiera “Padre Nostro” in televisione, con il politico Matteo Salvini, è partita una petizione con tanto di raccolta firme per bloccare le sue trasmissioni.

Il riferimento è al fatto che nonostante gli attacchi, le trasmissioni della D’Urso vengono comunque seguite tantissimo. Infine Scotto ha poi parlato della sua esperienza in televisione: “Se torno in tv? Siccome continuavo a parlare male di X Factor, che era di Sky, alla fine ci hanno tagliato. Ora siamo su Facebook, tutti i martedì, alle 14:00 sul canale Rock TV Italy. Facciamo numeri molto più alti di prima“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Personalmente non ho mai sentito parlare di Pino Scotto, non so chi sia e nemmeno cosa abbia fatto e forse come me, tante persone non lo conoscono. Parlare di due conduttrici, come ha fatto lui, che sono una macchina da guerra in termini lavorativi, come la De Filippi e la D'Urso, non è propriamente corretto. Va bene non apprezzare le loro trasmissioni, ma utilizzare quelle parole è un po' forte.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!