Iscriviti

Alberto Urso si confessa: quarantena in totale solitudine

Alberto Urso, ha rilasciato un'intervista al magazine "Chi" attraverso una diretta Instagram. Ha rivelato che sta trascorrendo in solitudine la quarantena, ha fornito informazioni sul suo prossimo tour e ha parlato anche di "Amici".

Gossip
Pubblicato il 12 aprile 2020, alle ore 19:41

Mi piace
11
0
Alberto Urso si confessa: quarantena in totale solitudine

Alberto Urso è ormai uno dei cantanti, o meglio tenori, più giovani e affermati nel panorama canoro italiano. Vincitore della diciottesima edizione del talent show “Amici“, Alberto da quel momento non si è più fermato, dando vita ad una carriera in discesa che lo ha portato a nuovi e sempre più importanti traguardi, come la partecipazione all’ultimo “Festival di Sanremo“, con il brano “Sole ad est“.

Urso è amato da tutte le generazioni, giovani, adulti, anziani e in questo periodo di quarantena forzata, a causa del coronavirus, non perde occasione per manifestare tutto il suo affetto ai fan e raccontare loro come sta vivendo questo periodo difficile per tutti. Per tale ragione, Alberto ha rilasciato un’intervista al magazine “Chi“, attraverso una diretta Instagram concessa al canale ufficiale social del settimanale.

Il tenore ha spiegato che sta trascorrendo in totale solitudine la quarantena, a Roma e non nella sua Sicilia. Lui che non ha mai nascosto l’amore per la sua terra e per la sua famiglia, si è ritrovato costretto a vivere in un luogo differente da quello di origine e proprio in merito alla sua reclusione forzata, Alberto ha ammesso che bisogna fare dei sacrifici per il bene della collettività.

Le sue parole sono state molto chiare soprattutto sul comportamento da adottare: “Sono a Roma e vivo qui solo soletto. Bisogna fare dei sacrifici, bisogna fare un’opera solidale collettiva“. Urso ha poi dato qualche dritta sulle date del suo prossimo tour, che a causa del coronavirus hanno subito uno slittamento: “Sposterò le date, non so quando, ma a breve lo comunicherò“. 

Alberto ha anche parlato della finale di “Amici” e della difficoltà nell’andare in onda, per il programma, in una condizione particolare e senza pubblico in studio: “Vivere il programma senza pubblico è brutto. Per il nostro mestiere avere il riscontro del pubblico è fondamentale“. Durante la finale del talent, nella quale Urso era ospite, non ha potuto abbracciare la vincitrice Gaia a causa del rispetto del metro di distanza e ciò gli ha fatto molto male: “Io vivo per il contattato fisico, sono caliente. Per me è stato un dramma. Non ricevere affetto fisico è dura, un po’ per tutti“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Alberto Urso è stato molto diligente e nonostante sia un ragazzo giovanissimo è rimasto a Roma, a vivere la reclusione forzata e non ha fatto come tante persone che sono scappate per rifugiarsi nella propria terra di origine. Alberto si è sempre mostrato un ragazzo per bene ed educato e ancora una volta lo ha dimostrato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!