Iscriviti

Neo Geo Arcade Stick Pro: ufficiale da SNK la consolle ibrida per il retrogaming

Dopo un lungo filone di rumors, si alza il sipario su un nuovo dispositivo da gaming, il Neo Geo Arcade Stick Pro della giapponese SNK, che arriva in tempo per le festività natalizie, candidandosi al ruolo di regalo più ambito dai nostalgici della pixel art.

Games
Pubblicato il 12 novembre 2019, alle ore 10:59

Mi piace
4
0
Neo Geo Arcade Stick Pro: ufficiale da SNK la consolle ibrida per il retrogaming

Dopo oltre un mese di attesa, con i primi rumors nati a Settembre dopo la pubblicazione ufficiale, su Twitter, di alcune foto del prodotto, è stato finalmente lanciato il nuovo dispositivo da gaming della nipponica SNK Corporation che, in veste di Neo Geo Arcade Stick Pro, dopo l’attuale esordio nella terra dei samurai, invaderà anche il resto del globo (sebbene non sia stato precisato né il quando né a che prezzo). 

Neo Geo Arcade Stick Pro (18.9 x 11.8 x 6.7 pollici, per 3 libbre), provvisto di ben 8 diversi tastini personalizzabili per supportare al meglio lo stile individuale di gioco, risulta somigliante ai controller della consolle Neo Geo CD, lanciata nell’ormai lontanissimo 1994.

Al di là delle mere questioni estetiche, Neo Geo Arcade Stick Pro funge (con  uno switch istantaneo ottenuto ricorrendo ad un apposito interruttore) sia da controller per computer o consolle (es. la proprietaria Neo Geo Mini o, via adattatore, la PS4), oltre che da consolle ipso facto, grazie ad un hardware completo anche di jack da 3.5 mm per l’inserimento delle cuffie cablate e di una porta HDMI per il collegamento alla TV del salotto. 

In quest’ultima fattispecie d’uso, avvalendosi dei Neo Geo mini PAD (oppure semplicemente associando tra loro un paio di Neo Geo Arcade Stick Pro), sarà possibile cimentarsi in avvincenti match in multiplayer locale, con i propri amici riuniti nella medesima stanza, giocando ad una serie di 20 diversi titoli classici da combattimento.

Questi ultimi, in particolare, comprendono l’intera saga di The King of Fighters (dal ’96 al 2002), quasi tutto Samurai Shodown (dal 2 al 5 special), World Heroes (2, 2 Jet, Perfect), Fatal Fury (3, Special), Ninja Master’s, Garou: Mark of the Wolves, The Last Blade 2, Art of Fighting, e Kizuna Encounter, e possono essere giocati mettendo in campo vari settaggi per la grafica, con pixel scaling, comprensivi di tre differenti livelli di scalines, per rievocare i tempi delle TV a tubo catodico. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - SNK con la consolle Neo Geo ha fatto sognare generazioni di gamers, sia tramite i coin-op da bar, alla fine degli anni '80, che - nel decennio successivo - con consolle proprietarie apprezzate anche se non così diffuse come avrebbero meritato, per la qualità dell'hardware e dei giochi messi in campo. Ora, dopo il minicabinato di qualche tempo fa, SNK torna in campo, a suon di retrogaming, con un nuovo prodotto ibrido, decisamente coinvolgente e dall'approccio intelligente, all'insegna di un sicuro best buy natalizio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!