Iscriviti

Neil Prahova, la fotografa di neonati in scenari fantasy

Neil Prahova scatta foto a bambini appena nati in scene elaborate e di ispirazione spesso fantasy. I neonati, tra i tre ed i dieci giorni di vita, sono soggetti di foto bellissime e simpatiche

Design
Pubblicato il 26 settembre 2014, alle ore 22:33

Mi piace
1
0
Neil Prahova, la fotografa di neonati in scenari fantasy

Come si può rendere un bambino neonato ancora più adorabile? Semplice, basta vestirlo da astronauta, messicano o superbaby! La fotografa Neil Prahova ha creato una serie incredibile di ritratti di bambini appena nati con travestimenti ed ambientazioni elaborati.

La donna, che ha 34 anni, inserisce i piccolissimi modelli nel mezzo di scene fantastiche, che includono deserti messicani, cieli stellati e mari brillanti. L’idea le è venuta dopo che si è trasferita a Londra da Mosca nel 1998, ed ha iniziato ad occuparsi di fotografia. Quando ha inizialmente cominciato a fare foto di questo tipo, la scala e gli scenari erano sicuramente più piccoli e meno ambiziosi.

Col tempo, Neil ha acquistato sempre più elementi, fino a raggiungere una ampia collezione di abiti ed oggetti per i suoi scatti. “Ho ordinato ad una donna che lavora all’uncinetto per lavoro di farmi un sacco di cappelli, coperte e vestiti, ed ho acquistato anche un sacco di accessori, quindi adesso ho un’intera collezione per i servizi fotografici per bambini e neonati“, ha detto.

La donna si descrive come una mamma-imprenditrice, essendo anche lei madre. Pare che sia stata proprio la nascita di suo figlio Leonardo ad ispirarle questo tipo di ritratti. “Quando sono diventata mamma tre anni fa, ho sentito i miei desideri creativi cambiare, mi spingevano ad usare le mie capacità di genitore per creare nuove bellissime immagini che altri neo-genitori avrebbero conservato per sempre“.

Ognuna delle foto da lei scattata richiede che i bambini stiano totalmente immobili, per poterli amalgamare perfettamente allo sfondo. Per evitare movimenti non voluti, Neil ha scelto di fotografare solo bambini tra i tre ed i dieci giorni di vita, periodo in cui tendono a dormire di più e di conseguenza a muoversi meno. Questo vuole anche dire che gli arti dei modelli possono essere più facilmente posizionati nelle complicate pose necessarie, mantenendo comunque il comfort del neonato che dorme.

Anche se è consapevole che in molti oggigiorno siano in possesso di macchine fotografiche professionali per scattare le proprie foto personali, è convinta che i suoi scatti abbiano un valore aggiunto. “Per molti genitori questi scatti sono la presentazione per i figli al mondo, e vogliono catturare questo momento speciale con una foto professionale, catturata da qualcuno che abbia un occhio allenato e molta esperienza“.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!