Iscriviti

Champions League: beffa finale per l’Atalanta, passa il PSG

In vantaggio per 1-0 fino al 90'', grazie al gol di Pasalic, i nerazzurri subiscono in pieno recupero la rimonta dei francesi, che approdano alle semifinali

Calcio
Pubblicato il 13 agosto 2020, alle ore 00:29

Mi piace
7
0
Champions League: beffa finale per l’Atalanta, passa il PSG

Finisce a pochi minuti dal fischio finale, il sogno dell’Atalanta di approdare alle semifinali di Champions League. La squadra allenata da Gian Piero Gasperini, riesce a portarsi in vantaggio contro il blasonato Paris Saint Germain, ma cede, clamorosamente, nel finale sotto i colpi di Marquinhos e Choupo-Moting.

All’appuntamento con la storia, nella prima partita della Final Eight di Champions League, allo stadio Da Luz di Lisbona, i bergamaschi si presentano senza Josip Ilicic, trascinatore della vittoria di Valencia negli ottavi di finale. Gioca Pasalic dal primo minuto, Malinovsky parte dalla panchina. Gomez e Zapata completano il tridente di attacco. Il Paris Saint Germain, orfano dell’infortunato Verratti, si affidan all’estro di Neymar, in attacco con Mauro Icardi e Pablo Sarabia. Mbappè, recuperato, si accomoda in panchina.

Partita subito viva nei primi minuti con una occasione per parte. Navas blocca a terra il tentativo di Gomez, sull’altro fronte Neymar spreca solo contro Sportiello. All’11’ Dea vicina al vantaggio, ma Navas si oppone all’incornata di Hateboer. Poco dopo, sempre di testa, Djimsiti non centra la porta.

Al 26’ si sblocca il punteggio. Controllo errato di Zapata che finisce nei pressi di Pasalic, lesto a posizionare il pallone a giro sotto il sette, con Navas che non ci arriva. Subito il gol, i francesi provano con il solito Neymar, a ristabilire la parità, ma il brasiliano appare impreciso sotto porta.

Nella ripresa è ancora l’Atalanta a rendersi pericolosa e al 57’ sfiora il raddoppio con Djimsiti. Al 60’ inizia la girandola dei cambi, entrano Malinovsky e Palomino per Gomez e Djimsiti, nelle file nerazzurre. Nelle file del PSG arriva il momento di Mbappè. L’Atalanta riesce a contenere le offensive dei francesi, che provano a cambiare l’inerzia della gara mandando in campo Draxler e Leandro Paredes. Finisce anche la gara di Pasalic che viene sostituito da Luis Muriel.

È proprio il nuovo entrato Mbappè a dare una scossa ai suoi al 74’, quando sfonda dalla sinistra ma viene fermato da un intervento di piedi di Sportiello, che si ripete all’80’, sempre su una conclusione del 21enne attaccante del PSG.

Quando il pass delle semifinali sembra avvicinarsi sempre più, arriva il pari del PSG al 90’ con Marquinos, che deposita in rete un pallone servitogli da Neymar. I bergamaschi accusano il colpo, e al 93’ subiscono il clamoroso sorpasso con una azione fotocopia, con Mpabbè in veste di assistman e Choupo-Moting che infila per la seconda volta Sportiello. Al 97’ Muriel, in contropiede, ha la palla del possibile pareggio, ma appena entrato in area sbaglia il controllo, un attimo prima che l’arbitro fischi la conclusione della gara, con i francesi che fanno festa e i giocatori dell’Atalanta in lacrime per aver sfiorato la clamorosa impresa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Nonostante questa sconfitta, che fa male per come è arrivata, dobbiamo fare un grande applauso all’Atalanta che è entrata, alla sua prima partecipazione alla Champions League, nelle prime otto squadre d’Europa. In questa gara sarebbe bastato quel pizzico di malizia, che si acquisisce con l’esperienza internazionale, per poter arrivare alle semifinali. Peccato.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giuseppe Chimenti
Giuseppe Chimenti

13 agosto 2020 - 17:34:19

Peccato, per il percorso che ha fatto meritava un epilogo meno beffardo. Comunque onore alla Dea

0
Rispondi