Iscriviti

Sette consigli per sette giorni: come non ingrassare in quarantena

Durante i giorni di quarantena è possibile cedere ai piaceri della gola e del dolce far niente, magari vanificando mesi di dieta e movimento fisico. Seguendo sette accorgimenti è possibile evitare di ingrassare

Benessere
Pubblicato il 17 marzo 2020, alle ore 10:14

Mi piace
7
0
Sette consigli per sette giorni: come non ingrassare in quarantena

Durante le settimane di quarantena è possibile venire tentati dai piaceri della gola, mangiando di più e ritrovandosi successivamente con alcuni chili in eccesso; questi ultimi si rivelano dannosi sia a livello di salute che dal punto di vista estetico. Un biologo nutrizionista, esperto in nutrizione ed integrazione sportiva, Sasha Sorrentino, regala alcuni preziosi consigli per affrontare questo periodo.

Mangiare ad intervalli regolari

Un’alimentazione sana prevede la regola dei cinque pasti al giorno; evitare di consumarne qualcuno, magari pensando di mangiare meno o di accelerare il processo di dimagrimento, può evidenziare il pericoloso effetto boomerang. L’esperto afferma che, saltando i pasti, il rischio è quello di rallentare il metabolismo, attivando una situazione di allarme; gli spuntini, sani e bilanciati, consentono di arrivare meno affamati al pranzo ed alla cena mantenendo i livelli di glicemia costanti durante il giorno.

Dosare i prodotti raffinati ed industrializzati

Tali alimenti, più semplici da reperire, si rivelano davvero poco salutari; in questo periodo di quarantena potrebbe essere una buona idea quella di avvicinarsi alla cucina, concedendosi spuntini sfiziosi: frutta fresca, yogurt, frutta secca, ma anche biscotti integrali fatti in casa possono rilevarsi utili per il mantenimento della linea.

Cucinare con fantasia

Adesso che il tempo non manca è possibile sperimentare diverse ricette ai fornelli, utilizzando profumi, colori e abbinamenti nuovi. Tali accorgimenti possono aiutare a ritrovare il gusto di stare a tavola in modo sano.

Non mangiare per noia

Al fine di evitare di prendere chili di troppo, lo specialista, evidenzia l’importanza di riadattare il proprio piano nutrizionale, anche attraverso la consulenza di un esperto: con meno movimento fisico, infatti, il dispendio energetico sarà inferiore.

Mantenersi attivi

Invece che passare tutta la giornata seduti sul divano o sdraiati nel letto, è importante tenersi attivi: anche in mancanza di attrezzi da palestra, come cyclette o tapis rulant, è possibile eseguire degli esercizi a corpo libero oppure con dei pesi. Sono sufficienti cinque minuti ogni ora, arrivando anche a 60 nell’arco della giornata.

Riposare

Dato che il tempo non manca è importante dedicare almeno le canoniche 7-8 ore al riposo; dormire poco, come dimostrato da recenti studi in materia, aumenta la voglia di inserire junk food e calorie in eccesso durante il corso della giornata.

Pesarsi una volta a settimana

La bilancia ed il metro da sarta sono strumenti infallibili per tenere sotto controllo il peso ed i centimetri. Questi accorgimenti aiutano a capire l’andamento di chili e forme.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - I consigli elargiti dal dottor Sorrentino possono rivelarsi davveri utili: in questo periodo di reclusione forzata è normale tendere ad accomodare le proprie abitudini, finendo per mangiare troppo e male e ridurcendo drasticamente l'attività fisica. Seguendo questi semplici accorgimenti, però, è possibile limitare l'accumulo di chili di troppo, dannosi sia per l'estetica che per la salute.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!