Iscriviti

Menta giapponese contro tante patologie mentali e fisiche

Nell'Estremo Oriente c'è una pianta ricercatissima dai suoi abitanti, si tratta della mente giapponese utilissima per combattere l'insonnia, la tosse, dolori muscolari e molte altre patologie sia fisiche che mentali.

Benessere
Pubblicato il 28 luglio 2017, alle ore 16:00

Mi piace
21
1
Menta giapponese contro tante patologie mentali e fisiche
Pubblicità

Ricercatissimo, famoso e molto utilizzato dagli abitanti dell’Estremo Oriente è la menta giapponese soprattutto sotto forma di olio, i suoi usi sono moltissimi e tra cui troviamo il combattere l’insonnia e la depressione, ma anche patologie della pelle, dolori muscolari e ai di denti.

Questa specie di menta ha usi sia interni che esterni: nebulizzata sulla pelle è un repellente naturale per gli insetti mentre spruzzandola in bocca ha effetto contro il mal di gola; se si usa l’olio per fare i massaggi è efficace sui muscoli contratti o doloranti; ha effetti sia rilassanti sia energizzanti permettendo alla mente di risvegliarsi e al corpo di riprendere le forze; facendo risciaqui placa il mal di denti; bastano due gocce disciolte in acqua per favorire la digestione.

Il principale produttore di menta giapponese è il signor Takehico Nagata, che abita e coltiva nella città di Kitami, nell’isola di Hokkaido. Nella sua casa, le foglie di menta giapponese, sono dipinte anche sulle parenti, poichè è ha determinato la sua fortuna. La stessa Kitami è conosciutissima per la coltivazione di questa pianta ed è soprannominata, appunto, “la città della menta”. La menta giapponese cresce bene con il clima fresco e variabile dell’isola, addirittura prima della guerra vi era prodotta il 70% della menta in commercio in tutto il mondo, ma successivamente il mercato è cambiato e si è assistiti a una discesa.

L’azienda Hakka, di cui il signore Takehico Nagata è proprietario, nacque negli anni ’80 con lo scopo di riportare questa meravigliosa e preziosa pianta al suo antico splendore e soprattutto riportare il regno della menta a Kitami e ci sono riusciuti, infatti, ad oggi l’azienda esporta in tutto l’Oriente e suoi prodotti e molti la imitano.

In realtà, la menta giapponese è nata in Europa ma è stata adottata in pieno dai popoli dell’Estremo Oriente proprio per le sue tantissime proprietà curative. In Europa è poco conosciuta ed usata probabilmente per il fatto che di solito gli occidentali preferiscono collegare una soluzione a un solo problema.

Gli utilizzi di questo tipo di menta si applicano anche alle ferite, poichè ha potere disinfettante e battericida; inoltre, test scientifici hanno dimostrato che neutralizza anche i batteri che causano la tubercolosi e il tifo; la sua freschezza ha un effetto balsamico sulle bruciature e ne allevia quasi immediatamente il dolore e, sempre se applicata sulla pelle, ha un effetto anti-prurito sulle punture di zanzara ed è utile contro le dermatiti e i foruncoli.

Con l’olio di menta giapponese ci si può anche lavare poichè tonifica la pelle e agisce anche sul cuoio capelluto per purificarlo e disinfettarlo.

E’ risaputo che i giapponesi lavorano tanto e sono soggetti allo stress che ne deriva, però per combattere tutto ciò usano questa pianta per l’aroma terapia: in ufficio funge da rigenerante mentale per aumentare la concentrazione e il rendimento; mentre quando si è a casa diventa un alleato per rilassarsi e combattere insonnia e depressione. In aroma terapia viene utilizzata anche per combattere la nausea e il mal d’auto spruzzata su un batuffolo di cotone da annusare all’occorrenza e se qualche goccia di menta viene messa in acqua calda diventa un utile suffumigi per curare tosse e raffreddore.

Poche gocce disciolte in acqua, come già detto, aiutano la digestione, ma sono utili anche contro i disturbi dell’apparato digerente in generale, come spasmi, dispepsia, indigestione, coliti e meteorismo.
Inoltre, è stato dimostrato che combatte lo stafilococco e viene utilizzata come rimedio anche per curare infiammazioni alle vie urinarie, enterocoliti e per lenire i dolori mestruali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - Non conoscevo tutti questi molteplici usi e proprietà della menta che certamente non fa male come i medicinali che di solito siamo portati ad utilizzare. Sarebbe un'utopia sperare in una medicina più biologica? Come risaputo, in Oriente spesso ricorrono alle piante per curarsi e, guardando gli effetti, sembra proprio che stiano bene e, soprattutto, che non abbiamo complicazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!