Iscriviti

Lo sapevi? La piadina è un toccasana per il benessere intestinale

La piadina è un prodotto da forno piuttosto conosciuto e molto gradito dai buongustai. Forse non tutti sanno che essendo un alimento poco idratato, risulta particolarmente indicato in casi di colon irritabile e diarrea

Benessere
Pubblicato il 5 gennaio 2016, alle ore 10:44

Mi piace
9
0
Lo sapevi? La piadina è un toccasana per il benessere intestinale

Graditissima dagli amanti del fast food di qualità, apprezzatissima in tutta Italia e anche all’estero, gustosa e versatile: stiamo parlando della piadina romagnola, conosciuta anche come piada. Consiste in una sfoglia di farina di grano, acqua, olio di oliva, strutto e sale. Viene cotta su lastra di pietra o terracotta, viene solitamente condita con salumi, verdure o formaggi e può esser consumata come surrogato del pane per accompagnare vari cibi nel corso di un pasto. 

La piadina contiene una generosa quantità di carboidrati complessi e, grazie al suo scarso livello di idratazione, si rivela un perfetto alimento dal potere astringente, capace di ridurre i disturbi della Sindrome del colon irritabile caratterizzati da episodi di forte diarrea. Difatti, in caso di colite e dissenteria, i medici sono soliti consigliare il consumo di prodotti da forno a base di farina bianca non integrale, come il pane, la pasta, i crackers, le fette biscottate e il pane tostato. Ovvero tutti alimenti asciutti, in grado di riequilibrare i movimenti intestinali.

La maggior parte di coloro che soffrono di colon irritabile e diarrea ricorrono con estrema facilità e leggerezza a farmaci antidiarroici antipropulsivi, i quali inibiscono i movimenti intestinali dando subito sollievo. Ma ahimè, come per tutti i medicinali disponibili in commercio, anche questa categoria di farmaci ha le sue controindicazioni ed effetti collaterali. Non tutti sono a conoscenza dei seguenti effetti indesiderati che si manifestano assumendo antidiarroici: nausea, vertigini, sonnolenza, eruzioni cutanee e stitichezza persistente.

Detto questo ne consegue che in circostanze di diarrea, per non subire un “effetto rebound” causato dai farmaci antidiarroici, sarebbe opportuno ricorrere ad un regime alimentare mirato che possa giovare all’intestino. La piadina romagnola si colloca perfettamente fra gli alimenti ad hoc ideali per ripristinare i movimenti intestinali,, a patto che sia condita con formaggi freschi non fermentati (crescenza, robiola e mozzarella), bresaola o prosciutto sgrassato. Così facendo la diarrea occasionale può risolversi senza l’ausilio di farmaci.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Ritengo che la piadina romagnola sia un ottimo sostituto del pane e sovente ho avuto modo di provarla con svariati tipi di farciture e condimenti. Da tempo ero a conoscenza del potere astringente delle piadine e spesso mi sono ritrovata a consigliarla ad amici e familiari affetti da dissenteria, i quali invece erano ignari di tale caratteristica. Sono contraria all'uso sconsiderato di farmaci, pertanto quando c'è l'opportunità di risolvere i problemi gastrointestinali con rimedi naturali e/o alimenti mirati, propendo tendenzialmente per i rimedi non farmacologici.

Lascia un tuo commento
Commenti
Evelin Felice
Evelin Felice

05 gennaio 2016 - 15:09:02

Che fosse buona, lo sapevo, ma che facesse bene per questi problemi, lo ignoravao. Buono a sapersi

0
Rispondi