Iscriviti

L’avocado è sempre più di moda. Ecco alcuni consigli

Da mesi si vedono ovunque ricette a base di avocado, non solo culinarie ma anche per preparare creme di bellezza. Sembra proprio una moda quella dell'avocado che sta spopolando in tutto il mondo e potrebbe portare con se disastri ambientali

Benessere
Pubblicato il 17 maggio 2017, alle ore 15:22

Mi piace
19
1
L’avocado è sempre più di moda. Ecco alcuni consigli

Su qualsiasi sito si trova, ormai, almeno una pagina (o più) dedicate ai benefici dell’avocado, sia da mangiare che come prodotto di bellezza, con ricette in coda. E’ dunque scoppiata una vera e propria moda e ci sono già i suoi seguaci. Da mesi veniamo bombardati da immagini di avocado, ma già da anni era partita in sordina la tendenza.

I benefici

L’avocado è un frutto dell’America latina e molti lo definiscono “portentoso” in quanto è ricco di grassi “buoni” che permettono l’assorbimento delle vitamine e degli elementi nutritivi degli altri alimenti, inoltre è ricco di sali minerali, Omega3, vitamine A e B e acido folico, è una riserva di energia per tutto il giorno se consumato a colazione, è un alleato per chi vuole ridurre il grasso corporeo, aiuta a rafforzare le difese immunitarie e a combattere i livelli di colesterolo nel sangue.

Versalità

E’ un frutto molto versatile sia in cucina sia per creare prodotti di bellezza per la pelle e per i capelli.
Tramite test scientifici, l’olio di avocado si è dimostrato utile per combattere la psoriasi, associato alla vitamina B12. Ma in generale, per la pelle è un unguento magnifico in quanto contiene tantissime proteine, vitamine e nutrienti, inoltre aiuta la guarigione di piccole ferite favorendo la rigenerazione della pelle.

Come sceglierlo

I trucchi per scegliere un avocado pronto per la consumazione sono semplici e ci si affida al tatto: non dovrà essere duro altrimenti è acerbo e bisognerà aspettare anche una settimana per la maturazione e se lo apriamo prima non maturerà più; se invece è molto molle (tanto da rimanervi l’impronta digitale) significa che è troppo maturo e da buttare; quindi bisogna scegliere quei frutti che sono a metà strada tra polpa soda e morbida al tocco.

Il business e l’altra faccia dell’avocado

La grande richiesta da parte dei consumatori di questo frutto miracoloso ne ha fatto, ovviamente, raddoppiare il prezzo.
Ovunque, in tutto il mondo, stanno spuntando come funghi “avocado bar” ovvero dei locali in cui vengono serviti piatti e bevande a base di avocado in ogni sua forma, cottura, ricetta e salsa.

Le piantagioni di avocado si stanno estendendo o indroducendo in altri Paesi, anche in Italia: in Sicilia ai piedi dell’Etna, esiste dal 2000 una coltivazione biologica di questo frutto, ma sull’isola, erano state importante già dagli anni ’50 delle piante di avocado.
Il problema è che, nei Paesi in cui l’ambiente è poco tutelato e regolamentato, sempre più foreste vengono abbattute per far spazio alla coltivazione massiccia di avocado.

Questi Paesi sono soprattutto dell’America latina, patria della Foresta Amazzonica, polmone verde del nostro pianeta e che ospita non solo tantissime specie di piante ma anche di animali che saranno costretti a spostarsi o morire con l’avanzare della deforestazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - Quando ho assaggiato questo frutto non mi è proprio piaciuto, quindi ho provato a fare una crema insaporendolo con delle erbe ma il risultato non è cambiato, mi sembrava di mangiare qualcosa di marcio. Però al ristorante mi è capitato di mangiarlo sotto forma di creme ben eseguite e mi è piaciuto, anche se a fette nelle insalate preferivo nasconderlo in bocconi con altri sapori. Detto ciò, comunque mi fa rabbia che sia diventato una moda virale, in quanto sembra essere come l'olio di palma: deforestazione massiccia per il business.

Lascia un tuo commento
Commenti
Lucia Visalli
Lucia Visalli

05 giugno 2017 - 16:01:43

interessante

0
Rispondi