Iscriviti

Il cibo che mangiamo influenza l’odore della nostra pelle

Il cibo ha tante proprietà che fanno bene alla salute ma anche altre che influenzano l'odore della nostra pelle. Gli alimenti "incriminati" non sono solo spezie, aglio e cipolla, ma anche altri cibi che danno questi effetti se mangiati in grandi quantità.

Benessere
Pubblicato il 24 ottobre 2018, alle ore 18:11

Mi piace
21
0
Il cibo che mangiamo influenza l’odore della nostra pelle

Oltre ai benefici sull’organismo, alcuni cibi possono influenzare l’odore che emaniamo se li mangiamo in grandi quantità. I più conosciuti, che non agiscono solo sull’alito, sono cipolla, aglio e spezie, ma ce ne sono anche altri.

L’odore della pelle è dato dal sudore che agisce con i batteri presenti naturalmente sull’epidermide. Il sudore è prodotto dalle ghiandole sudorifere per permettere al corpo di mantenere una temperatura costante; questo è costituito da varie componenti tra cui acqua, urea, immunoglobuline, ioni e colesterolo. Il cattivo odore è dato proprio da quest’ultimo elemento tramite i lipidi. Inoltre, l’odore sgradevole del sudore è influenzato, oltre che dal cibo, anche da farmaci e stress.

Cibi e odore della pelle

Per quanto riguarda le spezie, quelle che influiscono maggiormente sono la curcuma e il curry, famosissimo mix contenente varie spezie provenienti dall’India. Le spezie influiscono sull’odore dell’alito e della pelle poichè le loro particelle si attaccano alla lingua e vengono espulse anche attraverso la sudorazione. Stesso principio vale per le molecole di agliocipolla, scalogno e porro.

Anche gli asparagi sono famosi per mutare l’odore e il colore dell’urina; questo avviene a causa del mercaptano che, una volta assimilato dal nostro organismo, diventa acido solforico.

Anche l’alcool influisce sull’odore della pelle. Durante la metabolizzazione delle bevande alcoliche, infatti, l’alcool diventa acido acetico che rilascia il suo cattivo odore tramite il respiro e i pori della pelle.

Alcune persone, quando mangiano pesce e uova convertono una sostanza chiamata colina in trimetilammina; quest’ultima è la causa di cattivo odore della pelle dell’alito pesante.

Tutti gli ortaggi che appartengono alla famiglia delle crucifere, quindi cavoli, cavolfiori, broccoli e cavoletti di Bruxelles, emanano cattivo odore in cottura a causa dell’acido solforico che contengono. Questo acido viene assorbito anche dall’organismo e li rilasciamo tramite gas intestinali, sudore e alito.

Nella carne rossa sono contenute molecole di acidi grassi che, nonostante siano inodori, una volta digerite dall’organismo, vengono rilasciate dal corpo tramite la sudorazione e miscelandosi ai batteri presenti sulla pelle causano cattivo odore.

In conclusione, per evitare il cattivo odore della pelle, oltre a fare attenzione a non consumare in grandi quantità gli alimenti che lo causano, bisogna lavarsi con sapone antibatterico, asciugarsi accuratamente poichè l’acqua facilita la proliferazione dei batteri, applicare deodoranti che limitano la sudorazione e indossare abbigliamento in fibre naturali e traspiranti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - Tutti conosciamo almeno qualche alimento che causano cattivo odore sulla pelle e nel fiato, ma alcuni sono proprio una sorpresa a causa della capacità del nostro corpo di trasformare sostanze e molecole. Ma è importantissimo consumare alcuni di questi alimenti in maniera costante, ad esempio tutti gli ortaggi della famiglia del cavolo, poiché contengono elementi che fanno molto bene alla salute del nostro organismo.

Lascia un tuo commento
Commenti
Claudio Bosisio
Claudio Bosisio

29 ottobre 2018 - 13:51:20

Molto interessante questo articolo!

0
Rispondi