Iscriviti

Gli italiani scoprono il kefir, la bevanda fermentata di origini asiatiche

Apparso da pochi anni sugli scaffali dei supermercati, il kefir ha letteralmente conquistato gli italiani, che per via delle sue comprovate caratteristiche salutari lo considerano un superfood.

Benessere
Pubblicato il 3 luglio 2019, alle ore 10:13

Mi piace
11
0
Gli italiani scoprono il kefir, la bevanda fermentata di origini asiatiche

Quello tra gli italiani e il kefir è un vero e proprio amore a prima vista. La bevanda fermentata di origine asiatica ha letteralmente conquistato il palato degli abitanti dello Stivale, che dopo averlo scoperto, lo hanno elevato a prodotto che non può mancare nel loro carrello.

In effetti fino a pochi anni fa sconosciuto, con il suo arrivo sugli scaffali della grande distribuzione ha trovato diversi affezionati clienti. Solo quest’anno le vendite hanno raggiunto un volume complessivo di vendite pari a 5,4 milioni di euro, registrando un’impennata del 327,7% rispetto al 2017. Ma tutto ciò sarebbe solo l’inizio. Fino al 2023 il tasso di crescita stimata di questo prodotto si attesta intorno al 25%.

A fornire questi dati è stato Assolatte, prendendo come riferimento le stime presenti nel report dell’agenzia Zenith Global. Statistiche alla mano, si può quindi comprendere come tra gli italiani aumenti a dismisura il numero di estimatori del kefir, considerato un superfood particolarmente ricercato dagli amanti della moda del detox.

Non a caso il nome “kefir” deriva dalla parola armena “keif” che significa “benessere”. Proveniente dal Caucaso, il kefir è considerata una bevanda molto sana e nutriente, in quanto ricca di fermenti lattici. Chiamato anche “miglio del Profeta”, per via della leggenda secondo la quale fu Maometto in persona a spiegare ai pastori caucasici i segreti di questo toccasana, il kefir si ottiene dalla fermentazione del latte con i grani di kefir, agglomerati di lieviti e batteri salutari per il nostro organismo.

Simile ad uno yogurt bevibile, il kefir ha però un gusto più acidulo e leggermente frizzante. Proprio questo aspetto lo rende un potente probiotico naturale che rafforza il sistema immunitario, contribuendo a diminuire i livelli di colesterolo nel sangue. Molto popolare nei paesi satelliti dell’ex Unione Sovietica, il kefir si è negli ultimi anni affermato anche in Europa Occidentale, dove si stima che l’Italia possa diventare il terzo paese più promettente dopo Gran Bretagna e Olanda.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Io personalmente adoro il kefir, anche se devo dire che dopo averlo bevuto in alcuni paesi dell’est Europa, quello italiano mi sembra più acquoso e soprattutto meno acido. A questo punto ho maturato l’idea che se fosse più simile a quello originale, non avrebbe molti estimatori, da qui è meglio renderlo il più possibile somigliante al classico yogurt.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

04 luglio 2019 - 20:58:00

Anche io ne vado matto. Mi hai incuriosito su quello dell'Est.

0
Rispondi
Antonio Sorice
Antonio Sorice

04 luglio 2019 - 21:46:55

In effetti in Polonia ne ho bevuti alcuni più densi, più acidi e anche leggermente frizzanti. In Italia i kefir sembrano più degli yogurt da bere.

0
Rispondi