Iscriviti

Fragole: benefici, proprietà e controindicazioni

Le fragole sono il simbolo della primavera, una primizia che compare a primavera sulle nostre tavole ed è molto utilizzata per macedonie e dolci. In questo articolo ne scopriremo benefici, proprietà e controindicazioni.

Benessere
Pubblicato il 28 marzo 2019, alle ore 10:04

Mi piace
32
0
Fragole: benefici, proprietà e controindicazioni

Il periodo di naturale maturazione delle fragole è da maggio a fine agosto, ma già all’inizio della primavera è possibile trovarle nei negozi e supermercati, ma bisogna fare attenzione alla provenienza e al loro aspetto: il colore deve essere rosso vivo e il picciolo essere ben attaccato al frutto, non devono essere schiacciate, annerite o ammuffite.

Le fragole sono frutti delicati, molto versatili, ricchi di benefici e proprietà ma hanno anche qualche controindicazione. Il loro sapore dolce con una punta di aspro le rende un frutto gradito da tutti, grandi e piccoli, e molto apprezzato per la preparazione di molti piatti, soprattutto dolci dai pasticcini al gelato.

Benefici e proprietà

E’ sempre meglio consumare le fragole quando sono di stagione, biologiche e di provenienza sicura poiché solo così potremo godere al meglio delle sue tante proprietà. Sono un frutto rinfrescante, diuretico e depurativo, infatti è usato spesso per le acque aromatiche e nei frullati detox.

E’ uno dei frutti più ricchi di antiossidanti, che combattono i radicali liberi e prevengono l’invecchiamento cellulare, inoltre, aiutano l’organismo nella produzione di collagene, contrastando le rughe.

Sono state riconosciute scientificamente proprietà anticancro (soprattutto quello all’esofago) alle fragole: dopo un consumo costante per sei mesi, in 29 pazienti su 36 è stato registrato un calo di lesioni pre-cancerogene all’esofago.

Inoltre, sono un frutto antiinfiammatorio, soprattutto a livello cardiovascolare, in quanto diminuisce l’accumulo di colesterolo cattivo nelle arterie e la pressione sanguigna mentre aumenta la presenza di antiossidanti nel sangue.

A parità di peso, le fragole superano il quantitativo di vitamina C di un’arancia, quindi fortificano anche loro il sistema immunitario. Le altre vitamine e sali minerali presenti sono le vitamine A, B1, B2 e B3, ferro, calcio, potassio, sodio e fosforo.

Le fragole sono un toccasana per la mente perché sono in grado di attivare un importante funzione del cervello, ovvero quella di “auto-pulirsi” da tossine e scorie che riducono le funzioni celebrali e neuronali. Inoltre, gli antociani aiutano a rafforzare la memoria. Hanno benefici anche sull’umore in quanto stimolano la produzione di serotonina e melatonina, i cosiddetti ormoni della felicità.

Non tutti sanno che le fragole sono benefiche per i denti poiché hanno un potere sbiancante e contengono anche xilitolo, che protegge i denti da tartaro e placca. Sempre a livello di ossa, sembra che le fragole, consumate in grandi quantità, siano in grado di contrastare gotta, reumatismi, artrite e artrosi poiché agiscono sul metabolismo osseo.

Gli acidi fenolici presenti in questo frutto, contribuiscono alla riduzione dei processi che fanno sviluppare allergie nell’organismo, sempre che non si è allergici proprio alle fragole.

Le fragole sono perfette per chi è a dieta

Grazie agli antociani presenti in questo frutto, il nostro organismo utilizza gli accumuli di lipidi per trasformarli in energia aiutando a dimagrire, anche perché 100 grammi di fragole apportano solo circa 30 kcal e contengono soprattutto acqua.

Gli antiossidanti presenti nelle fragole aiutano il nostro corpo a dimagrire naturalmente poiché:
– agiscono sulle infiammazioni di alcuni ormoni che stimolano il dimagrimento facendoli funzionare bene;
– prevengono la formazione di grasso addominale;
– stimolano il metabolismo;
– riducono l’assorbimento di amidi e l’appetito.

Le fragole, inoltre, regolano la presenza di zuccheri nel sangue, quindi sono utile per evitare ipoglicemia, diabete e aumento di peso. Infatti, possono essere mangiate anche moderatamente dai diabetici in quanto il loro zucchero è il fruttosio, uno zucchero che contrasta anche la comparsa del diabete di tipo 2.

Controindicazioni

Le fragole contengono ossalati, che in concentrazione troppo alta cristallizzano e danno luogo a calcoli, quindi un eccessivo consumo è sconsigliato a chi ha calcoli alla cistifellea e ai reni.

Come già accennato, chi è allergico alle fragole deve evitarle, i sintomi sono mal di testa, prurito, orticaria e gonfiore di viso, lingua e labbra, se le condizioni sono gravi si può andare incontro a difficoltà respiratorie.

Consigli per coltivare le fragole

Per ottenere fragole biologiche si possono acquistare le piantine nei vivai o negozi specializzati, poi trapiantarle nel giardino, in zona semi-ombreggiata e distanziate tra di loro di 50 cm o in vasi, alti almeno 15 cm, da tenere sul balcone. Durante la loro coltivazione bisogna togliere l’erba poiché rischia di soffocare le fragole ed evitare i ristagni d’acqua; infatti, per la coltivazione in vaso, sul fondo bisogna mettere ghiaia o argilla prima della terra, in modo che l’acqua venga drenata facilmente.
Una volta finita la loro stagione, la piantina entrerà in una sorta di letargo e l’anno successivo sarà pronta e rifiorire e dare frutti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - Le fragole sono uno dei miei frutti preferiti, le consumo soprattutto al naturale e nelle macedonie. Ma sono buone anche per preparare sorbetti e dolci in generale. Con tutti questi benefici, quindi, è sempre meglio averne una scorta continua in casa. Negli anni scorsi ne avevo qualche pianta in giardino, ma è difficile estirpare in continuazione l'erba, quindi quest'anno cercherò di coltivarle in vaso e, magari, avrò risultati migliori.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!