Iscriviti

Dormire di più nel weekend contribuisce ad allungare la vita

Stando ad uno studio condotto da un team di scienziati internazionali, il sonno recuperato nel weekend può contribuire a ridurre il rischio di morte prematura. Esiste infatti una correlazione tra durata del sonno e longevità

Benessere
Pubblicato il 28 maggio 2018, alle ore 09:26

Mi piace
12
0
Dormire di più nel weekend contribuisce ad allungare la vita

Recuperare nel weekend il sonno perso nella settimana può essere utile a vivere più a lungo. A questa conclusione sono arrivati un team di scienziati svedesi, statunitensi ed italiani. L’esito delle loro ricerche è stato pubblicato all’interno del Journal of Sleep Research.

La durata del sonno è un fattore importante per la longevità” ha commentato Torbjörn Åkerstedt, uno degli autori dello studio nonché professore e direttore dello Stress Research Institute presso l’Università di Stoccolma.

Stando ai dati conseguiti, le persone di età inferiore ai 65 anni che dormono per non più di 5 ore al giorno, avrebbero un tasso di mortalità più alto del 65% rispetto a chi dorme per circa 6-7 ore al dì. C’è però una dovuta precisazione di cui tener conto. Chi pur facendo le ore piccole, recupera nel weekend il sonno perso durante la settimana, di fatto azzera questo gap, annullando il maggior rischio di morte precoce.

Sarebbe però opportuno non eccedere nemmeno dal lato opposto. Chi si abbandona tra le braccia di Morfeo per più di 8 ore a notte, avrebbe un tasso di mortalità maggior del 25% rispetto a chi dorme per non più di 6 o 7 ore a notte.

Un altro aspetto interessante che emerge dallo studio, è che oltre i 65 anni questo legame tra longevità e durata del sonno viene a mancare. Secondo il professor Åkerstedt, ciò sarebbe giustificato dal fatto che in questa fascia di età si riscontrerebbe una minore necessità di dormire.

Secondo gli autori della presente ricerca, si deve quindi concludere che “i risultati implicano che il sonno breve (nei giorni feriali) non è un fattore di rischio per la mortalità, se è combinato con un sonno medio o lungo nel fine settimana. Ciò suggerisce che il sonno scarso nei giorni feriali può essere compensato durante il fine settimana, e che questo ha implicazioni per la mortalità”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Come sempre la nostra vita deve essere improntata al rispetto dei giusti compromessi. Gli eccessi non sono mai contemplati, in quanto prima o poi arrecano qualche danno. Meglio quindi muoversi in maniera ragionevole ed equilibrata. Anche in fatto di sonno è sempre meglio rispettare una durata di circa 6-7 ore, ma se proprio non si fosse in grado, ci potremo consolare con il fatto che potremo sempre recuperare nel weekend.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!