Iscriviti

Rossetti: sono sempre sicuri per la salute?

Secondo una recente indagine di Altroconsumo, 5 marchi di rossetti su 14 esaminati sono potenzialmente pericolosi per la salute delle consumatrici, a causa dei loro ingredienti

Bellezza
Pubblicato il 10 febbraio 2020, alle ore 19:14

Mi piace
13
0
Rossetti: sono sempre sicuri per la salute?

Una nuova indagine di Altroconsumo si è concentrata sull’analisi degli ingredienti del rossetto, uno dei cosmetici più utilizzati dalle donne (due donne su dieci lo utilizzano quotidianamente). Si tratta di un’analisi molto importante, dato che il rossetto è un prodotto che si applica sulle labbra e pertanto può capitare che piccole tracce vengano ingerite; diventa quindi importate che questo prodotto abbia ingredienti sicuri per la salute dei consumatori.

Altroconsumo ha analizzato in laboratorio ben 14 marche di rossetto, verificando la presenza di oli minerali, che derivano dalla raffinazione del petrolio, e la presenza di metalli pesanti (piombo, cadmio, arsenico, mercurio), la cui presenza, se non in tracce limitate, è vietata per legge.

Le marche coinvolte nell’indagine sono state le seguenti: Avril, Boho green, Bourjois, Chanel, Dior, Dr Hauschka, Kiko, L’Oreal, Mac, Nyx, Purobio, Santé, So’ bio etic, Too Faced.

Dall’indagine è emerso che 5 rossetti su 14 contengono ingredienti potenzialmente rischiosi per la salute. Infatti tutti i rossetti rispettano i limiti massimi di metalli pesanti stabiliti dall’Agenzia del governo tedesco per la protezione dei consumatori e della sicurezza alimentare (BVL), ma non si può dire lo stesso per la presenza di oli minerali. Il fatto che un rossetto abbia al suo interno oli minerali non è di per sé un rischio, il problema è la presenza di residui pericolosi che testimoniano che gli oli minerali non sono stati trattati a dovere. Parlando di residui pericolosi ci riferiamo in particolare ai Mosh (idrocarburi saturi degli oli minerali) e Moah (idrocarburi aromatici degli oli minerali).

Le marche finite sotto il mirino per la presenza di queste sostanze sono state in particolare Kiko, Mac, Nyx e Too Faced (venduto da Sephora). I marchi migliori sono risultati invece Chanel, Dior, Dr Hauschka.

Il consiglio di Altroconsumo per i consumatori dunque è quello di evitare l’acquisto di rossetti in cui sia presente uno o più tra i seguenti ingredienti (che potrebbero contenere residui pericolosi per la salute in caso di ingestione): Microcristallina o Microcrystalline Wax, Ceresin, Hydrogenated Microcrystalline Wax, Hydrogenated Polyisobutene, Ozokerite, Paraffin, ParaffinumLiquidum, Petrolatum, Polybutene, Polyethylene, Polyisobutene, Synthetic Wax.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Per quanto mi riguarda, usando i rossetti e anche le altre tipologie di trucchi quasi ogni giorno, penso sia molto importante conoscere il loro contenuto per fare acquisti consapevoli e tutelare la nostra preziosa salute. Mi auguro perciò che si continuino a fare indagini di questo tipo anche in futuro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!