Iscriviti

Sardegna, le vacanze dei giovani all’insegna del senso civico e dell’ambiente

Fratello e sorella ripuliscono la spiaggia e il fondale del Golfo Aranci in Sardegna e subito diventano un simbolo della lotta all'inquinamento come Greta Thunberg, e vogliono continuare la loro lotta anche nella loro città natale, Moncalieri.

Ambiente
Pubblicato il 28 agosto 2019, alle ore 15:45

Mi piace
10
0
Sardegna, le vacanze dei giovani all’insegna del senso civico e dell’ambiente

Eva Camoirano (12 anni) e Nicola Camoirano (11 anni),  sono i nomi dei due bambini che hanno iniziato questa lotta all’inquinamento durante la loro vacanza a Golfo Aranci in Sardegna e poi si sono aggiunti altri amichetti conosciuti sul posto per portare avanti questa magnifica iniziativa che era iniziata come per gioco.

Il tutto inizia con una bottiglia di plastica recuperata sotto la barca e il gioco era diventato di ributtarla per poi tuffarsi a riprenderla e tra un tuffo e l’altro i bambini hanno notato che il fondale del Golfo era disseminato di altre bottiglie e rifiuti di ogni tipo, cosi hanno preso la decisione di recuperarne il più possibile, armati di pinne e maschera si sono messi all’opera.

Il metodo utilizzato dai bambini era veramente ingegnoso, si immergevano e raccoglievano il più possibile portandolo in superficie e poi lo depositavano su una tavola, una volta che era piena la trascinavano a riva e si dirigevano con il loro “bottino” verso i secchi della differenziata che erano presenti in spiaggia dividendo per ogni bidone il giusto rifiuto
I ragazzi raccontano che è stata la prima volta che si erano messi a caccia di rifiuti e questo li ha divertiti molto anche se impegnativo, erano contenti di fare qualcosa di utile e bello.

Lorenzo Camoirano, il papà, ci fa sapere che i due bambini essendo molto giovani sono molto sensibili all’argomento Ambiente e la loro speranza con questo gesto è quella di riuscire a crescere e vivere in un mondo migliore, il tutto partito per gioco, sono andati avanti per l’intera vacanza giorno dopo giorno, era diventata la loro missione.

Il Sindaco di Golfo Aranci si è mosso per tributare i due bambini con una menzione speciale e i due si sono detti molto contenti e ribadiscono che vogliono portare avanti questa missione anche una volta tornati a casa, nella loro Moncalieri, la stessa che si sta muovendo per poter dare un riconoscimento ai due bambini per il loro operato, senso civico e il messaggio che hanno diffuso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessio Attardi

Alessio Attardi - Che dire, magari ci fossero più bambini come loro, anzi più persone come loro, anche adulti. Inutile dire che il senso civico e la correttezza sono azioni che portano ad un benessere generale e a noi stessi prima di tutto, poi valorizzare posti magnifici come quello dove i bambini hanno operato può avere anche un riscontro per le strutture e il turismo del luogo, indubbiamente attira più un posto bello, pulito e incontaminato a differenza di una discarica a cielo aperto, e noi abbiamo tantissimi posti come il Golfo Aranci da valorizzare e ripulire.

Lascia un tuo commento
Commenti
Patrizia Nassetti
Patrizia Nassetti

30 agosto 2019 - 08:57:13

Giustissimo stiamo rovinando il pianeta dobbiamo salvaguardare la nostra terra e assolutamente non lasciare rifiuti in giro muoiono milioni di animali per questo motivo e chiedo a tutti i fumatori di riporre le sigarette terminate in contenitori non nella strada nelle spiagge nei boschi . Dobbiamo essere tutti responsabili e aiutare la natura usare vetro no plastica fare raccolta differenziata cercare di usare il sole come energia alternativa

0
Rispondi
Patrizia Nassetti
Alessio Attardi

30 agosto 2019 - 09:08:47

Parole sante e poi è anche senso e dovere civico oltre che un bene per ambiente e noi stessi

0