Iscriviti

Meteo, continua l’instabilità: giovedì breve fase di beltempo grazie all’anticiclone africano

Le previsioni evidenziano una continua instabilità per ciò che riguarda le temperature: si tratta di un mese di maggio inaspettato per la situazione climatica.

Ambiente
Pubblicato il 21 maggio 2019, alle ore 10:26

Mi piace
6
0
Meteo, continua l’instabilità: giovedì breve fase di beltempo grazie all’anticiclone africano

Continua il periodo di instabilità per ciò che riguarda il tempo in Italia, in quanto rimane un clima molto variabile. Lo studio delle carte conferma questa teoria se si considera che la situazione metereologica rimane complicata. La causa principale si ritrova nella mancanza di un’alta pressione che possa permettere la quiete atmosferica, portando all’assenza di un clima mite proprio del mese di maggio. Una fonte autorevole come Il meteo fornisce valide informazioni in merito alla circolazione ciclonica. Si rinnova l’instabilità atmosferica soprattutto sul Centro-Nord con la presenza di piogge, rovesci e temporali.

La situazione si presenta differente per ciò che riguarda il Sud, eccezione fatta per la Campania e la Puglia. Dunque il clima si presenterà rigido per quanto concerne le regioni centrali e settentrionali. Si avvertirà il caldo nella zona dell’estremo Sud. Fino alla giornata di mercoledì 22 maggio non ci saranno miglioramenti, con l’arrivo di temporali sull’area alpina e prealpina. Lo stesso discorso vale per il Triveneto

Miglioramento delle temperature previsto per giovedì 23 maggio

La situazione ha un cambiamento nella giornata di giovedì 23 maggio, quando ci sarà una breve fase di beltempo con la presenza dell’anticiclone africano. Ci saranno dei temporali pomeridiani sulla dorsale appenninica del centro Sud e i comparti del Veneto.

Nonostante questa notizia positiva Antonio Sanò, direttore del sito Il meteo, ha spiegato che ci sarà un altro periodo di abbassamento delle temperature. Dunque le correnti fredde nord-europee provocheranno un altro vortice ciclonico, facendoci ritornare alle condizioni di cattivo tempo, che raggiungeranno prima il Nord, venerdì e sabato, fino ad arrivare al Centro-Sud la domenica.

Il mese di maggio sembra essere destinato a concludersi in maniera inusuale rispetto alle altre annate, quando preannunciava l’avvicinarsi dell’estate. Adesso dovremo aspettare il mese di giugno per sperare in un cambiamento delle condizioni climatiche. Tuttavia si prevede che il mese di luglio sarà il più caldo dell’estate 2019.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Si tratta di un mese di maggio irriconoscibile per le continue piogge presenti sia al sud che al nord. Dunque parliamo di una novità rispetto alle annate precedenti, quando maggio cominciava a preannunciare il caldo. Allo stesso tempo si prevede un mese di luglio che è stato definito come il più caldo dell'estate.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!