Iscriviti

Inquinamento dell’aria: 9 persone su dieci sono esposte

L'Organizzazione Mondiale della Sanità, nel suo rapporto annuale, ha messo in evidenza che l'inquinamento atmosferico è causa di 7 milioni di morti l'anno.

Ambiente
Pubblicato il 3 maggio 2018, alle ore 09:15

Mi piace
15
0
Inquinamento dell’aria: 9 persone su dieci sono esposte

Da tempo si parla di aria inquinata, ma ora che i valori medi si sono stabilizzati sopra la norma posta a salvaguardare la salute, si parla di “aria troppo inquinata“, a riconoscere che l’affermazione non è gratuita ci sono i dati: ogni anno muoiono 7 milioni di persone per questo motivo. L’Oms nel suo rapporto annuale ha reso noti i dati del 2016, in cui sono state analizzate 4.300 città campione, in cento diversi Paesi.

Inquinamento atmosferico, dato da alti tassi di polveri sottili e ultrasottili, inquinamento indoor, causato da stufe a carbone o a legna inquinano e sono la causa di morti per attacco cardiaco (24%), di ictus letali (25%), di malattie polmonari ostruttive (43%) e di tumori al polmone (29%). Le conseguenze maggiori sono state riscontrate nel Sud Est dell’Asia e nel Pacifico Occidentale con più di due milioni di persone decedute, l’Oms segnala che nella regione europea i morti sono stati circa 500mila.

Il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha affermato che “L’inquinamento dell’aria ci minaccia tutti, ma i più poveri e i più marginalizzati sopportano il peso maggiore”. Pare infatti che il 7% dei morti riguardi ragazzini con età inferiore ai 15 anni. “E’ inaccettabile – ha sottolineato lo stesso Ghebreyesus – che più di 3 miliardi di persone nel mondo, la maggior parte donne e bambini, stiano ancora respirando fumi tossici ogni giorno dall’uso di stufe a casa”. E’ necessario agire subito per raggiungere “l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile“. 

Le grandi città, dell’est ma anche europee, hanno l’aria peggiore, e a causa dello smog a seconda del “livello di inquinamento si perdono dai 2 ai 24 mesi di vita” come si legge in “repubblica.it“.

I risultati dell’oms possono facilmente essere messi a confronto con quelli diffusi in questo stesso periodo dalla ong statunitense Health Effects Institute secondo cui la percentuale di popolazione esposta allo smog è del 95% e le morti stimate sono oltre 6 milioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Ricordo che il tema dell'inquinamento veniva trattato a scuola anche anni e anni fa. Era uno dei temi "sensibili", capaci di generare attenzione... nei piccoli, con soddisfazione delle maestre. Probabilmente però quando un tema, pur interessante, si confronta, ad altri livelli, non quelli scolastici, con l'economia... è obbligato a togliersi il cappello. Mi auguro che qualcosa cambi...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!