Iscriviti
Venezia

Il Mediterraneo innalzerà il suo livello di 20 cm entro il 2050: Venezia verrà sommersa

I ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno calcolato che entro il 2050 il livello delle acque del Mar Mediterraneo potrebbe aumentare dai 20 fino ai 57 centimetri entro il 2100.

Ambiente
Pubblicato il 25 agosto 2019, alle ore 17:26

Mi piace
10
0
Il Mediterraneo innalzerà il suo livello di 20 cm entro il 2050: Venezia verrà sommersa

Il livello delle acque del Mediterraneo sta aumentando e continuerà ad aumentare negli anni per colpa del riscaldamento globale e dello scogliemento delle calotte glaciali. L’Ingv, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha cercato di quantificare questo innalzamento del livello del mare e gli scenari che vengono presentati non sono decisamente rassicuranti. L’Ingv, in collaborazione con l’olandese Radboud University e la Sorbonne Université parigina, hanno pubblicato sulla rivista Water della MDPI i risultati della loro ricerca.

Lo studio calcola l’aumento del livello del mare in corrispondenza di otto stazioni mareografiche situate nel Mediterraneo centro-settentrionale, che ne monitorano i cambiamenti fin dal 1888. I ricercatori hanno cercato di prevedere i movimenti delle superfici vicino alle coste e i cambiamenti climatici dei prossimi decenni a partire dalla storia geologica e climatica degli ultimi 20 anni. Inoltre si è tenuto conto anche dei fenomeni di subsidenza e subduzione, rispettivamente abbassamento e sollevamento del suolo, per poter fornire dati più precisi possibili.

Le ipotesi sono due: la prima teoria dice che entro il 2050 si assisterà ad un aumento massimo del livello medio del mare di circa 20 centimetri, mentre nel 2100 si potranno raggiungere 57 centimetri circa. Secondo l’altro scenario invece si potrà avere un aumento di 17 centimetri nel 2050 e nel 2100 di 34 centimetri.

Nella città di Venezia, dove la subsidenza è particolarmente marcata, lo scenario che si prospetta è critico: l’“acqua alta” non sarà più un evento temporaneo quanto piuttosto una situazione perenne. Si calcola infatti che l’innalzamento del livello del Mediterrano porterà la laguna veneta ad un innalzamento che raggiungerà, entro il 2100, valori compresi tra i 60 e gli 82 centimetri, quanto basta per sommergere l’intera città.

E’ proprio il fenomeno di subsidenza ad accellerare quello che per noi è l’innalzamento del mare: è evidente che se il suolo viene spinto verso il basso e il mare si innalza per colpa dello scoglimento dei ghiacci, la differenza tra le due è ancora più marcata di quanto non sarebbe se il suolo restasse immobile.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sara Zompa

Sara Zompa - L'innalzamento del mare rappresenta un grosso rischio, soprattutto per un Paese come il nostro, quasi interamente circondato dal mare. Porterà l'aumento dei rischi legati ad inondazioni, mareggiate e maremoti, con conseguenti perdite economiche, per non parlare delle ripercussioni geologiche: con il passare del tempo l'erosione asporterà i sedimenti marini, portando alla scomparsa di metri e metri di costa, tutto nel giro di pochi anni.

Lascia un tuo commento
Commenti
Alessio Attardi
Alessio Attardi

26 agosto 2019 - 15:25:10

Penso che il tutto sia dovuto sia dalla natura stessa, ma accentuato da tutto quello che facciamo oggi, solo che se non si fa realmente un cambiamento i disastri saranno enormi

0
Rispondi
Alessio Attardi
Sara Zompa

26 agosto 2019 - 16:29:52

L'erosione delle coste è un fenomeno del tutto naturale, ma non è un caso che negli ultimi anni stiano scomparendo intere spiagge, cosa che prima non succedeva con questa frequenza.

0