Iscriviti

Capelli contro i disastri ambientali marini

Una notizia stranissima e incredibile ci arriva da uno studio fatto a Sidney: i capelli potrebbero essere la soluzione definitiva contro i disastri ambientali marini come le perdite di petrolio in mare.

Ambiente
Pubblicato il 3 agosto 2017, alle ore 16:14

Mi piace
21
0
Capelli contro i disastri ambientali marini
Pubblicità

Secondo lo studio condotto da una studentessa dell’University of Technologgy di Sidney, i capelli potrebbero essere utili contro i disastri ambientali che si verificano in mare come le fuoriuscite di petrolio.

Oggi, il petrolio sparso in mare a causa di incidenti di navi e petroliere è stato riassorbito con l’utilizzo di materiali sintetici, spesso costosissimi. I capelli potrebbero diventare una soluzione economica e naturale contro qualsiasi materiale oleoso che contamina mare e fiumi, capace di assorbire materia oleosa fino a 9 volte il suo peso. Il tutto avviene naturalmente ed è una cosa che fanno giorno dopo giorno trattenendo gli oli che rilascia il nostro cuoio capelluto. 

Grazie allo studio della studentessa di Sidney, ancora non ufficializzato a livello accademico, si sono aperte le porte verso nuove idee e soluzioni per combattere i disastri ambientali marini e fluvialiAl momento, questa idea dell’utilizzo dei capelli è in attesa attesa di essere presa in considerazione serimente e dovrà essere sottoposta a ulteriori studi ed test.

Già da tempo si stanno sperimentando e vagliando idee per nuovi materiali naturali per assorbire gli oli dalle acque, in un primo momento si era pensato a cotone e lana come soluzioni, poichè hanno un grande potere assorbente, ma sono fibre già utilizzate nell’industria tessile e utlizzarle per questo altro scopo porterebbe ad un aumento del loro valore con ripercursioni anche su tutti i prodotti che ne derivano.

A quanto pare, i capelli sembrano essere un’ottima soluzione in quanto normalmente destinati ad essere gettati via come rifiuti. Basti pensare a quanti ne tagliano ogni giorno parrucchieri e barbieri ed, esclusi quei pochi saloni che li riutilizzano per fare parrucche, vengono gettati nella pattumiera. I capelli, come già detto, assorbono molta quantità di olio e, inoltre, possono essere riutilizzati più volte visto che si prestano perfettamente al lavaggio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - Quando ho letto di questa notizia non riuscivo a crederci ma poi, mentre le parole scorrevano, mi sono resa conto che potrebbe essere un'idea geniale, economica ed ecologica. Purtroppo i disastri ambientali sono sempre dietro l'angolo ed è orribile vedere scene di enormi chiazze nere in mare o, peggio, sulle spiagge, che coinvolgono anche la fauna e la flora degli ambienti colpiti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!