Iscriviti

Anticiclone Lucifero, picchi fino a 47° in alcune zone d’Italia

Se ne parla già da qualche giorno di come l'anticiclone soprannonimato Lucifero farà salire le temperature fino ad oltre i 40° gradi. Picco massimo previsto di 48 gradi.

Ambiente
Pubblicato il 10 agosto 2021, alle ore 19:27

Mi piace
6
0
Anticiclone Lucifero, picchi fino a 47° in alcune zone d’Italia

Si tratta dell’anticiclone africano, Lucifero, che già ieri è approdato in Italia portando con se temperature record e ulteriori problemi per la protezione civile.  Al sud si parla di 45 gradi in media che potranno arrivare ai 48°, picco massimo previsto, ma il problema del caldo è strettamente collegato a quello dei roghi che negli ultimi tempi stanno facendo impazzire la protezione civile.

Occhio ai bollini, è ciò che viene raccomandato, sono già 4 le città in bollino rosso: Bari, Campobasso, Latina e Roma; alle quali domani si aggiungeranno: Frosinone, Palermo e Perugia. Per chi non lo sapesse il bollino rosso viene utilizzato nei bollettini delle ondate di calore del ministero della Salute per indicare quali sono i centri urbani dove si registra il massimo livello di rischio caldo per tutta la popolazione. Il bollino arancione indica invece un pericolo per le fasce deboli (anziani, bambini e malati) mentre il bollino giallo indica uno stato di pre-allerta. Per finire il bollino verde indica l’assenza di pericolo sul fronte caldo.

Nord e Centro-Nord: si parla di una media di 33 gradi per tutta la settimana con picchi di 35°-36° e momenti di calo dove si toccheranno i 30 gradi. La protezione civile, intanto, si trova a passare dall’allerta meteo di giorno 5 Agosto a una serie di roghi che in particolare stanno divampando in Emilia e zone limitrofe.

Centro-Sud e Sud: i 40° verranno toccati come media minima, i 45° saranno i picchi previsti e i 48° sono quelli che potranno essere raggiunti in specifiche località del sud senza troppi problemi (ovviamente per il caldo, i poveri residenti o turisti potrebbero averne). Problemi che per la protezione civile, invece, crescono. Uno dei dati più preoccupanti è quello che vede picchi di 800 interventi che impegnano i vigili del fuoco in sole 24 ore o, altri dati sconcertanti, 8 richieste di Canadair in Calabria, una delle regioni più colpite dai roghi solo qualche giorno fa.

Altri dati confermano che dal 15 Giugno al 7 Agosto ci sono stati già  44.442 interventi della protezione civile, la maggior parte registrati in Sicilia, Puglia e Calabria. Numero più alto registrato dal 2017. Come se ciò non fosse già abbastanza preoccupanti ad oggi sono 746 le missioni svolte da Canadair ed elicotteri della protezione civile per estinguere i roghi.

Sarà la settimana più calda dell’estate che prevede di raggiungere il picco massimo Giovedì 12 Agosto, ma che ci terrà compagnia fino a ferragosto, domenica 15. Da Lunedì 16 Agosto, invece, si potranno avere temperature leggermente più sopportabili e meno rischiose, non ci resta che tenere duro fino ad allora.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Quasimodo Boreale

Quasimodo Boreale - Il problema del caldo è abbastanza rilevante per tutti se si deve uscire, anche per poco tempo; il rischio di avere problemi (anche se leggeri e momentanei) è comunque alto, ma ciò che mi preoccupa di più è la questione roghi. La faccenda è letteralmente sfuggita di mano e per quanto la protezione civile stia facendo gli straordinari (in tutti i sensi) comunque restano i danni a strutture, territorio e persone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!