Iscriviti
Roma

A Roma, i biglietti dell’autobus si ottengono riciclando la plastica

Una delle più grandi innovazioni in campo ambientale, a detta dell sindaco Virginia Raggi, è stata quella di inserire delle macchinette che, ogni trenta bottiglie riciclate, offrono la possibilità di ottenere un biglietto gratuito.

Ambiente
Pubblicato il 24 luglio 2019, alle ore 13:07

Mi piace
8
0
A Roma, i biglietti dell’autobus si ottengono riciclando la plastica

La capitale italiana, Roma, è all’avanguardia nella salvaguardia dell’ambiente ed ha sviluppato un progetto tale da tentare di fermare questo processo di degradazione sempre più difficile da arrestare. Recentemente, infatti, in alcune stazioni metro sono state posizionate delle macchinette, fornite dal Consorzio per il Riciclo del Pet (Coripet), grazie alle quali ogni trenta bottiglie riciclate sarà possibile ottenere un biglietto dell’Atac (Azienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune di Roma): ciascun vuoto è infatti valutato a circa cinque centesimi.

La campagna è stata battezzata +Ricicli +Viaggi e attualmente le macchinette disponibili si trovano in tre stazioni metro della città di Roma: l’iniziativa infatti comincerà il proprio viaggio nelle stazioni metro di Cipro sulla A, per proseguire nella Piramide sulla B ed infine nella San Giovanni sulla C. Il progetto avrà luogo in via puramente sperimentale per ora, e la durata prevista è di circa dodici mesi.

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, è entusiasta del progetto e ne vanta la peculiarità, mentre presentava l’iniziativa, rispetto alle altre capitali europee: “È una vera e propria innovazione. Possiamo dire di essere la prima grande capitale europea a presentare questo sistema. Una macchina che mangia le bottiglie di plastica ed emette un credito con cui comprare i biglietti. L’economia circolare è facile da fare. In questo modo incentiviamo a fare il biglietto, addirittura riciclando la plastica“.

Anche Sergio Costa, ministro dell’Ambiente (Movimento Cinque Stelle), ha voluto esprimere la propria opinione in merito e con un post su Facebook ha dichiarato che l’ideale sarebbe comunque quello di iniziare a smettere di consumare plastica usa e getta e preferire le borracce alle bottigliette di plastica.

Tuttavia, continua il ministro, “… in caso di necessità, ecco che da oggi a Roma possiamo scambiare le nostre bottigliette vuote con biglietti dell’#ATAC. È un progetto sperimentale inaugurato oggi nella capitale. Complimenti al sindaco Virginia Raggi e #AvantiCosì“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rosy Manganelli

Rosy Manganelli - Trovo mirabile questa attenzione all'ambiente anche ad un livello più ufficiale di quello delle semplici (anche se non scontate) proteste. L'iniziativa della Capitale nello specifico potrebbe inoltre rivelarsi un ottimo stratagemma per coinvolgere tutta la popolazione (e perché no, magari anche qualche turista) nel tentativo di fronteggiare il processo di degradazione ambientale, di cui ultimamente siamo testimoni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!